Prosegue lo spettacolo del Festival Flussi: ecco il programma

26 agosto 2014

Dopo l’opening act del 25 e 26 agosto alla Casina del Principe, che ha visto in scena lo showcase della label Manyfeetunder (con UHVA, MKR e AV-K) e la collaborazione con il Conservatorio di Musica Domenico Cimarosa (con C.EL.EN.) mercoledì 27 agosto si entra nel vivo del festival inaugurando per questa sesta edizione il Main Stage della Terrazza del Teatro Carlo Gesualdo. Si inizia alle 20:00 con i beats scuri e i suoni taglienti di Mai Mai Mai, esponente della Italian Occult Wave: su uno sfondo nuvoloso di rumori e field recordings, Mai Mai Mai applica alcuni antichi canti greci registrati o lentamente recita i suoi sermoni. A seguire le performances di Pla Pla Plinky e Sculpture, freschi questi ultimi, del loro album “Membrane Pop” pubblicato lo scorso Maggio su Software, etichetta curata da Daniel Lopatin dei Oneohtrix Point Never. Alle 23:59 sul palco del Belvedere saliranno i Clock DVA. Eredi della scuola dei Kraftwerk e antesignani di un’estetica cyber-punk, i Clock DVA sono nati negli anni ‘80 nella fucina industrial di Sheffield, esordendo con uno stile personale e diventando poi il nome di culto di un fronte elettronico dai contorni gotici e metafisici. Il 2014 è l’anno del ritorno discografico dei Clock DVA dopo ben diciotto anni di silenzio. Un’occasione imperdibile per vedere dal vivo una band di culto. Capitanati dall’intramontabile Adi Newton, la formazione attuale del gruppo vede quest’ultimo alla voce e ai computer, accompagnato dallo sperimentatore elettronico e produttore italiano Maurizio “TeZ” Martinucci e dal video artista Panagiotis Tomaras. Alle 18:30 continuano invece le esibizioni dell’ESP Stage alla Casina del principe con Matar Dolores, Grizzly Imploded e Lionel Marchetti accomapgnato dalla ballerina Yoko Higashi performer dallo stile al limite della danza butoh, ma con uno stile assolutamente personale, nel quale la sua estetica si fonde al sound dei musicisti di ricerca a cui si accompagna.