Promozione – San Tommaso da urlo, tris allo Sporting Atripalda

9 novembre 2013

Quinto acuto di fila per il San Tommaso che al “Roca” non lascia scampo allo Sporting Atripalda con un secco 3-0. Prestazione super da parte della formazione di Silvestro, già avanti dopo soli due giri di lancette. Lo Sporting Atripalda cade per la sesta volta consecutiva e cola a picco nelle paludi della graduatoria.

La cronaca. Silvestro predilige ancora una volta il 4-4-2 con Giannattasio e Peluso di punta. Rapolo è libero di inventare sulla sinistra del centrocampo a quattro. Avallone finisce in panchina, mentre Guerriero, reduce dall’influenza, non ce la fa. Tropeano, invece, sceglie un modulo più quadrato, il 4-5-1, dove Genco dalla destra si accentra spesso tra le linee per supportare Polvere. Tirri e Damiano out per squalifica, Scarpa per infortunio. In campo i fratelli Siciliano, entrambi ex di turno. I piani dello Sporting vengono rovinati subito dalla partenza a razzo dei padroni di casa che frutta l’1-0. E’ il 2′, infatti, quando Liguori pennella al centro per Peluso, che lasciato tutto solo in posizione regolare ha tutto il tempo per stoppare di petto e scaraventare la sfera alle spalle di Siciliano per la terza rete consecutiva. Doccia gelata per gli atripaldesi che al 10′, però, replicano con Polvere, il quale in area si crea lo spazio per il sinistro, ma D’Arienzo c’è e sul palo vicino di distende alla sua sinistra deviando in angolo. Al 22′ è ancora San Tommaso con una staffilata da 18 metri di Giannattasio, incontenibile quest’oggi, che Siciliano in condizioni precarie di equilibrio quasi da terra manda in angolo con la mano di richiamo. Al 27′ sale in cattedra Rapolo che al vertice sinistro salta un avversario e fa partire un destro velenoso che fa la barba al palo alla destra di Siciliano. Al 35′ il San Tommaso potrebbe coronare la propria pressione. Palmieri e Ripoli entrano in rotta di collisione: l’arbitro, tra le proteste ospiti, concede il penalty che Siciliano neutralizza alla sua sinistra a Rapolo. Il pericolo scampato scuote gli uomini di Tropeano che ci provano prima con Polvere, sul cui diagonale in area nessuno arriva, e poi con Genco, che cerca l’incrocio dai 30 metri ma la palla termina alta di mezzo metro. Nella ripresa, Tropeano inserisce Cioffi per Sabatino Siciliano, passando al 4-2-4. Il primo sussulto, però, è del San Tommaso: Ripoli penetra ancora sulla destra e serve una palla invitante per Giannattasio, il quale da pochi passi però esalta i riflessi si un Siciliano in giornata di grazie. Il portiere sabatino si ripete al 53′ su Rapolo, ma non può nulla poco dopo, con lo Sporting in dieci per l’espulsione di Palmieri, quando il duello si ripete: Giannattasio serve il numero dieci ex Miranda e Pompei che riscatta l’errore dal dischetto, indovinando l’angolino basso sul palo lungo imparabilmente. Partita in ghiaccio, ma il San Tommaso preme ancora, come al 57′, quando Guarino irride il diretto avversario sull’out sinistro e poi serve Rapolo il cui piattone da pochi metri viene letteralmente tolto da sotto la traversa da Siciliano ancora reattivo. San Tommaso sul velluto e al 73′ arriva anche la meritata gioia per il baby Giannattasio: azione caparbia sulla linea di fondo, Siciliano si oppone come può, ma sulla respinta ancora Giannattasio è lesto ad insaccare. E’ il colpo di grazia sullo Sporting, che in dieci imbarca acqua ed è costretto ad inchinarsi ad un San Tommaso che ora sogna alle spalle della capolista Montesarchio in attesa del big match di domani tra i caudini e il Real Forino.

San Tommaso: D’Arienzo, Tucci, Guarino, Liguori (86′ Lenguito), Romano, Bisogno, Ripoli (66′ Avallone), Pesce, Peluso, Rapolo, Giannattasio (79′ Andrita).
A disp.: Landi, Moffa, Di Cairano, Capone.
All.: Silvestro
Sporting Atripalda: Siciliano Seb., D’Auria, Siciliano Sab. (46′ Cioffi), Iannicelli, Falcone, Palmieri, Genco (86′ Mercurio), Gaito, Polvere, Carullo (37′ Caliano), Monte.
A disp.: Pisaturo, Guarino, Aquino.
All. Tropeano
Arbitro: Michele De Capua della sezione di Nola
Marcatori: 2′ Peluso, 54′ Rapolo, 73′ Giannattasio
Note: ammoniti Pesce, Ripoli (ST), Polvere (SA), al 35′ Siciliano Seb. (SA) para un calcio di rigore a Rapolo (ST), espulso al 53′ Palmieri (SA) per somma di ammonizioni.