Promozione – Pomilia V.L: a Quindici la spunta la Bisaccese

18 aprile 2009

La Bisaccese sbanca il Comunale. Partita aperta senza il peso del risultato a tutti i costi, Vallo e Bisaccese giocano un primo tempo a viso aperto e ricco di opportunità da una parte e dall’altra. Assanti apre le marcature sfruttando la sponda di un Di Benedetto in palla, difesa colta in controtempo e destro secco a sbloccare la contesa. La svolta del match poco dopo la mezz’ora: splendida iniziativa di Di Benedetto al limite, controllo e destro fulminante che si stampa sul palo; sul capovolgimento di fronte, Staffiero vince il duello suul’out sinistro con il ’92 Aiello, cross teso su cui non arriva Di Sapio ma Miele interviene sciaguratamente col piattone ed infinocchia il compagno Sodano: 1-1. Difesa in congedo Gli ospiti mettono in mostra nella ripresa un tenuta atletica superiore, frutto del grande lavoro di Speranza durante le feste pasquali. Così il regalo arriva ad inizio secondo tempo, ma più che un uovo è una frittata: Velotti appoggia corto per Muro, Staffiero intercetta e s’incunea tra i birilli difensivi, mette a sedere l’abbandonato Sodano e firma il sorpasso. E’ di fatto il gol vittoria e sorpasso (in partita e in classifica). La difesa di casa si ripeterà più tardi con un’altra clamorosa amnesia, ma il neo entrato Fratianni non sfrutta a dovere (diagonale debole) Bisaccese implacabile Generosi quanto sterili i tentativi valligiani di raddrizzare il match. Nel finale, con la squadra sbilanciata, l’ultimo entrato De Gregorio mette il sigillo: fuga di Borrelli sulla sinistra, cross per Di Sapio che controlla in corsa e calcia sulla traversa da pochi passi, il rimpallo favorisce De Gregorio che non perdona. 3-1 e tutti a casa.
Queste le parole dei tesserati a fine gara: Speranza: “Non sono sicuro di restare. Per la prossima stagione vorrei lottare per obiettivi importanti e ciò significa che la società dovrà investire questa estate per cesellare una rosa con un impianto valido ma incompleto per puntare in alto. Spero che alla fine i miei obiettivi e quelli della società con cui ho giocato e per cui alleno da due anni coincidano”. Sulla partita: “La vittoria ripaga questo splendido gruppo, ricco di giovani talenti, del lavoro svolto durante le feste pasquali. Puntiamo al successo casalingo all’ultima di campionato per chiudere in bellezza una stagione passata a lottare per la salvezza”. Speranza come Allegri (Cagliari): “Se pensiamo alle 5 sconfitte di fila ad inizio stagione, la salvezza anticipata è un davvero un piccolo miracolo”.
Lucignano: “C’è la possibilità di restare ancora con questa società, ma tutto dipende dai programmi. Che adesso non ci sono”. E se i programmi ci fossero: “La squadra dovrà comunque essere rifondata. Pochi dell’attuale rosa resteranno, Culierso è uno di questi”.
Culierso: “Bisogna mettersi sempre in discussione. Io ho 35 anni ma non ho paura di farlo. Questa squadra va ringiovanita, e se dovessi restare non disprezzerei il ruolo di chioccia del futuro gruppo gialloblu”.
Tabellino:
Pomilia V.L: Sodano, Aiello, (69’ Garofalo), Miele, Marrone, Muro, Culierso, Velotti, Assanti, Izzo, Ferrentino, Di Benedetto
A disposizione: Cava, Moshiano, Grazioli
All: Lucignano
Bisaccese: Pignatiello, Daluiso, Borrelli, D’Agnelli, De Leonardis, Schiavone (74’ Cela ), Squarciafico, Marena (60’Fratianni), Staffiero , (78’ De Gregorio), Di Sapio
A disposizione: Colantoni, La Penna
All: Speranza
Arbitro: Cesarano Giuseppe
Reti: 19’ Assanti, 35’ aut.Miele, 51’ Staffiero, 90’ De Gregorio
Note: Giornata nuvolosa, campo polveroso
Spettatori: 50 circa
Ammonito: Izzo (V)