Promozione, la F.C. Avellino sbanca il “Mariconda” di Serino

Promozione, la F.C. Avellino sbanca il “Mariconda” di Serino

24 aprile 2017
Campionato Regionale di Promozione – Girone C – 29a giornata
Serino               0
F.C. Avellino    1
Marcatore: 41’pt Flammia (FCA)
Serino 1928: De Matteis, Navarra, Vigorita, Coluccino, Attore, Crivello, De Riso, Coppola, Caliano, Esposito (33’st Grimaldi), Manco.  A disp.: Settembre, Chierchia, Petrone, Sorrentino.   All.: Marino
Football Club Avellino: D’Arienzo; Sessa, De Feo, Flammia, Iandiorio; D’Argenio, Lombardi, Cucciniello R., Bergamino (30’st Di Cairano); Cunzo, Oladapo.  A disp.: Di Iasi, De Carmine, Fomba, Ambrosone, Guerriero, Santamaria.  All.: Buonomo
Arbitro: Luigi Carpentieri della sezione di Salerno
Assistenti: Pagano di Nocera Inferiore e Fumo di Salerno
Ammoniti: Manco, Attore, Caliano (S), Lombardi, Oladapo, Flammia (FCA).
Note: si è giocato al “Mariconda” di Serino. Giornata calda e soleggiata. Spettatori presenti circa cento.
Serino – Serviva solo una vittoria a Serino e la vittoria è arrivata. L’FC Avellino sbanca il “Mariconda” di Serino grazie alla zuccata di Flammia su calcio d’angolo e conquista la salvezza matematica con una gara d’anticipo.
La prima conclusione verso lo specchio è dei locali che ci provano al 2′ da lontano ma la palla sorvola di poco la traversa. Passano due minuti e anche l’FC Avellino si fa vedere con Bergamino che si inserisce e mette palla in mezzo per Cunzo, la punta però viene anticipata proprio al momento del tiro.
Poco dopo è invece il portiere De Matteis ad uscire di piede su Oladapo servito da D’Argenio. Quest’ultimo ci prova da sé intorno al 10′ in area ma la palla non prende il giro giusto. Gli avellinesi continuano a cercare il vantaggio e ancora pericoloso è D’Argenio al 13′ che dalla lunga distanza non riesce ad insaccare dopo la brutta uscita di De Matteis. Ancora gli ospiti, stavolta con Oladapo, la cui rasoiata esce di poco a lato.
Il Serino gioca di rimessa ma la difesa ospite controlla. Al 36′ occasione per l’FC: Iandiorio serve in area Cunzo, che tira a botta sicura di sinistro ma De Matteis è bravo a respingere. Di risposta il Serino un minuto dopo: Manco serve col contagiri Caliano che stoppa di petto ma di sinistro tira troppo alto. Ritmi alti e nell’azione successiva Oladapo serve Cunzo che, solo in area, stoppa e tira troppo debolmente tra le braccia di De Matteis.
Continua il forcing avellinese: al 39′ ancora Oladapo semina il panico sulla destra e mette al centro ma Bergamino non trova il tap-in da pochi passi, un minuto dopo Cunzo prova il jolly dai 25 metri, ma De Matteis si supera e devia in angolo: il gol è ormai nell’aria e proprio sul corner Flammia svetta di testa, un difensore salva sulla linea ma il guardalinee segnala che la palla ha varcato la linea di porta, è il vantaggio dell’FC Avellino.
Nel recupero il Serino tenta subito di trovare il pari con Manco che si accentra dalla sinistra e prova il  tiro a giro sul secondo palo ma D’Arienzo dice di no. Finisce così, 0-1 il primo tempo. Dagli spogliatoi tornano gli stessi ventidue del primo tempo. Ad iniziare meglio sono ancora gli avellinesi: prima al 4′ Cucciniello prova la botta dalla distanza ma la palla va alta e subito dopo, al 5′, Cunzo in contropiede protegge palla e tira a rete ma troppo centralmente. Intorno al quarto d’ora risponde il Serino con Caliano che prova il tiro ma allarga troppo il compasso.
Passa poco e l’FC Avellino si fa vedere anche su punizione con D’Argenio: la sfera sfiora il palo alla destra del portiere avversario. Nell’azione successiva fa tutto De Feo: una sua disattenzione favorisce Manco, ma lo stesso difensore si immola e recupera. Lo stesso Manco, subito dopo, taglia in area e prova il tocco volante ma il pallone va alto sulla traversa.
A questo punto, dopo tante occasioni e ribaltamenti di fronte, i ritmi si abbassano e la gara scorre lenta fino al 44’st quando Lombardi, servito da D’Argenio, tutto solo in area spara clamorosamente addosso a De Matteis sprecando il colpo del KO .a la vittoria tanto attesa arriva comunque dopo cinque minuti di recupero: l’FC Avellino conquista la salvezza matematica, al suo primo anno di Promozione, con una giornata di anticipo. Nell’ultimo turno di campionato, che coincide col turno di riposo, potrà osservare senza pensieri di classifica.