Promozione – Derby dell’Ufita, parla De Luca: “Vincere per ingranare la marcia”

Promozione – Derby dell’Ufita, parla De Luca: “Vincere per ingranare la marcia”

29 ottobre 2015

Le statistiche parlano di un’attesa lunga diciannove anni, una rivalità antropologica, che va oltre i diversi credi calcistici e politici.

Questo è il derby della Valle Ufita tra Grotta e Vis Ariano.

Numerosissimi i confronti tra le due formazioni, l’ultimo in gare ufficiali risale allo scorso anno, quando le due formazioni che militavano rispettivamente in Promozione il Grotta, appena risalito dalla Prima Categoria e in Eccellenza i biancazzurri, hanno incrociato il proprio cammino in Coppa Italia con il risultato di 2-1 in favore degli arianesi. Gara disputata al “Romano” di Grottaminarda e le reti sono state siglate da Parisi ed Errico per gli ospiti, mentre i padroni di casa erano andati in rete con Guardabascio, attualmente in forza all’Eclanese.

Come detto, in campionato il derby manca da diciannove anni e il trait d’union tra quegli anni e il presente è proprio l’attuale direttore sportivo giallorosso Tommaso De Luca, già presidente della società tra il 2011 e il 2014 e calciatore della compagine giallorossa negli anni ’90.

Il 19 settembre 1994 Tommaso De Luca siglò la rete che condusse alla vittoria del Grotta ad Ariano con il risultato di 0 a 1. Dai giornali dell’epoca leggiamo: “Al 67’ calcio di punizione di Luscino, respinta di Sicuranza e colpo di testa da distanza ravvicinata del giovane De Luca che realizza il goal partita”.

La storia si ripete il 15 dicembre 1996 con ancora De Luca protagonista, questa volta come assistman e non come marcatore. Il risultato finale fu uno schiacciante 1-4.

Sabato i giallorossi si augurano che il talismano De Luca continui a brillare, anche perché come dichiarato dallo stesso dirigente: “Vincere il derby non riguarda solo conquistare i tre punti, ma significherebbe darci quella carica in più che ci permetterà di svoltare in campionato. Siamo superiori dal punto di vista tecnico – continua De Luca – ma non mi fido di Marinaccio, vecchia volpe di queste categorie, metterà sicuramente il match dal punto di vista dell’agonismo e la gara potrebbe prendere altre pieghe. Noi cercheremo di fare la nostra partita e, ripeto, in caso di vittoria avremmo quella marcia in più per aggredire la zona verde della classifica”.

Il diesse giallorosso è consapevole di quanto sia sentito il match dalle rispettive tifoserie ma stempera i toni concludendo: “I derby si giocano unicamente in campo, si tratta solo di rivalità sportiva, niente di più. Siamo nel 2015 e confido nelle tifoserie affinché si possa assistere ad una straordinaria e civile giornata di sport”.