Proiettile da caccia indirizzato al Presidente Mattarella: non bastano minacce e ingiurie

Proiettile da caccia indirizzato al Presidente Mattarella: non bastano minacce e ingiurie

1 giugno 2018

Non sono bastate le intimazioni e le minacce rivolte tramite facebook al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, i Carabinieri hanno infatti intercettato una busta con un proiettile indirizzata proprio al Capo dello Stato.

Il plico è stato rinvenuto in un ufficio postale di Bannio Anzino, nella provincia di Verbania-Cusio-Ossola, nel Piemonte Nord-Orientale.

Un dipendente delle Poste ha notato il rigonfiamento all’interno della busta che recava l’indirizzo del Palazzo del Quirinale e il nome del Presidente Sergio Mattarella e ha subito allertato i militari, che hanno così rinvenuto il proiettile del tipo utilizzato dai cacciatori oltre a un messaggio scritto a mano pieno di minacce di morte rivolte al Capo dello Stato.

Immediatamente è stata aperta un’indagine sull’accaduto e i Carabinieri della locale Compagnia hanno avviato tutti gli accertamenti del caso, sia pure muovendosi con la massima discrezione.