Progetto Jump: Casina del Principe sarà un centro di autoimprenditorialità giovanile, Festa e Luongo al fianco di Cioffi

Progetto Jump: Casina del Principe sarà un centro di autoimprenditorialità giovanile, Festa e Luongo al fianco di Cioffi

20 luglio 2019

Renato Spniello – Non una conferenza per presentare il progetto Jump a Casina del Principe, piuttosto un modo per l’associazione Avionica di fare il punto della situazione, visto che in attesa del completamento di tutte le attività previste dal bando regionale Benessere Giovani (scadenza 2020) si sono susseguite tre diverse amministrazioni e un commissariamento.

Alcune attività, come detto, sono già partite, le aule studio, ad esempio, o l’open space per gli incontri di gestione e l’organizzazione di eventi, ma lo spazio multifunzionale integrato per i giovani è ancora lontano dall’essere pienamente funzionante. Necessario, in questa fase, iniziare a dialogare con la nuova amministrazione da poco insediatasi a Palazzo di Città, come sottolinea il presidente dell’associazione aggiudicatrice del bando regionale Luca Cioffi.

“Abbiamo voluto avere un primo confronto con il sindaco Gianluca Festa e l’assessore al Patrimonio Stefano Luongo (entrambi presenti a Casina del Principe, ndr) – dice Cioffi – le difficoltà ci sono, per esempio la mancanza di riscaldamento che non ci ha consentito di partire in autunno o l’assenza del servizio internet”.

Avionica, per queste prime attività avviate, si è autofinanziata, in attesa delle autorizzazioni che sblocchino l’acquisto dell’attrezzatura finanziata dal bando. “Oggi siamo aperti dalle 9 alle 23 e offriamo un servizio di pulizia dei giardini e dell’area in maniera assolutamente volontaria – svela Cioffi – ma l’obiettivo è superare i ritardi e continuare nelle forme che la nuova amministrazione riterrà più opportune”.

“Ci tengo moltissimo a questo progetto – assicura l’assessore Luongo – ho dato il mio contributo fin quando ero presidente del Forum giovani. Va riconosciuto il grande impegno dell’associazione Avionica, ora finalmente potranno contare su un riferimento all’interno della Giunta. Farò in modo di sostenere le loro azioni occupandomi prima di tutto della risoluzione dei problemi logistici affinché questo centro di autoimprenditorialità giovanile possa partire definitivamente. Martedì, ad esempio, incontreremo a Palazzo Santa Lucia l’assessore Chiara Marciani e gli uffici competenti per sbloccare la situazione, parleremo anche col Rup del Comune e applicheremo i giusti e necessari interventi”.

“Puntiamo a valorizzare il patrimonio comunale – aggiunge il sindaco Festa – questo luogo rientrerà infatti nella Fondazione di Partecipazione insieme ai luoghi di cultura della città”.