Profughi, pronto il nuovo bando di gara: apertura anche ad Enti pubblici ed ecclesiastici

Profughi, pronto il nuovo bando di gara: apertura anche ad Enti pubblici ed ecclesiastici

9 febbraio 2016

A partire da Marzo fino al 31 dicembre entrerà in vigore il nuovo corso del sistema accoglienza richiedenti asilo con un investimento di dodici milioni e mezzo di euro per i prossimi dieci mesi. Stimati circa 1300 richiedenti asilo con 13 offerte pervenute in Prefettura per il nuovo bando.

Nei prossimi giorni verranno aperte le buste con assegnazione della gara, dopo gli ultimi avvenimenti che hanno portato la Procura della Repubblica ad aprire un’inchiesta e chiudere tre centri. Il nuovo bando mira ad un’accoglienza integrata in cui percorsi di inclusione sociale si assoceranno al vitto ed all’alloggio.

Il criterio di aggiudicazione resta quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa partendo dal prezzo posto a base di gara di 35 euro al giorno per ogni profugo ospitato. Potranno partecipare associazioni, operatori del terzo Settore, fondazioni, onlus, operatori commerciali già attivi nel settore dei servizi di accoglienza ed assistenza, Enti ecclesiastici e pubblici.

Verranno erogati i consueti pocket money da 2,50 euro e somministrati anche farmaci di fascia C oltre a misure di sorveglianza sanitaria. Verrà garantito anche il diritto di mobilità e l’orientamento.