“Lavoratori IIA ostaggi del Governo come i profughi della Diciotti”: l’affondo di Todisco

“Lavoratori IIA ostaggi del Governo come i profughi della Diciotti”: l’affondo di Todisco

8 settembre 2018

«Che siano i profughi della Diciotti o i lavoratori degli stabilimenti IIA, questo Governo è buono solo a generare ostaggi». Lo afferma il consigliere regionale del gruppo «De Luca Presidente» Francesco Todisco.

«È terribile – prosegue – quello che in queste ore si sta consumando sulla pelle dei lavoratori dei due stabilimenti di Industria Italiana Autobus. Occorre riattivare i canali di comunicazione istituzionali tra azienda, ministero, Invitalia e lavoratori».

«Con preoccupazione – ricorda l’esponente di Articolo Uno – Mdp -, avevamo evidenziato le difficoltà che la vertenza cominciava a porre sia alle maestranze dei due stabilimenti che alla sostanza del progetto sin qui incardinato per IIA. Resta da scongiurare, senza l’intervento di nuovi elementi, l’assemblea dei soci di Industria Italiana Autobus già convocata per questo lunedì. La Regione Campania, insieme a quella dell’Emilia-Romagna faccia sentire forte la sua voce. Il ministro Di Maio, dovrà rispondere anche in Parlamento».

«Nelle prossime ore – conclude Todisc o- sarà presentata una interrogazione parlamentare, al Senato, da parte dei senatori di Liberi e Uguali con Vasco Errani come primo firmatario».