Processo Isochimica e riqualifica del Tribunale di Avellino: parla il Presidente Beatrice

Processo Isochimica e riqualifica del Tribunale di Avellino: parla il Presidente Beatrice

26 novembre 2018

Renato Spiniello – Il processo Isochimica al Carcere Borbonico di Avellino? Dopo l’apertura all’utilizzo della struttura di Piazza De Marsico da parte del neo eletto a Palazzo Caracciolo Mimmo Biancardi, e le continue dichiarazioni del deputato pentastellato Generoso Maraia, arriva il no del Presidente del Tribunale di Avellino Vincenzo Beatrice. “Luogo inidoneo” ha evidenziato quest’ultimo in occasione del confronto sul futuro della giustizia organizzato all’Hotel De La Ville dall’associazione dei giovani avvocati.

“Il Carcere Borbonico – ha continuato Beatrice – fu da me visitato più volte durante lo screening che realizzai sui complessi della provincia irpina per riportare il processo ad Avellino. Il problema non è solo di superfici e volumi, perché chiunque potrebbe offrire un capannone, ma anche di attrezzare la struttura per un processo penale e dotarla di certificazione da parte dei Vigili del Fuoco. Si tratta infatti di un processo pubblico che se celebrato ad Avellino conterrebbe all’incirca 500 persone. Devo anche rivendicare – ha aggiunto infine – il mio impegno per far svolgere il processo a Poggioreale. Nelle prime udienze fatte a Piazzale De Marsico ci sono stati dei problemi, mentre adesso si sta svolgendo regolarmente in un clima di grande concentrazione”.

Beatrice si è pronunciato anche sulla questione relativa alla riqualifica del tribunale irpino: “La direzione dell’intervento spetta al Provveditorato alle Opere Pubbliche, noi al massimo possiamo sollecitare continuamente e quotidianamente”.