Grassadonia a Novellino: “Quanti ricordi, ma ora voglio superarti”

Grassadonia a Novellino: “Quanti ricordi, ma ora voglio superarti”

23 ottobre 2017

Avellino è un tabù per la Pro Vercelli che domani sera sarà di scena al Partenio-Lombardi per alimentare la striscia di risultati utili. Otto i punti conquistati nelle ultime quattro giornate dai leoni guidati da Gianluca Grassadonia, tornato ad allenare in cadetteria dopo l’esperienza sulla panchina della Salernitana.

“Avellino è sempre stato un campo difficile per chiunque – ha spiegato l’ex tecnico della Paganese che ha raccolto l’eredità di Moreno Longo – ci aspetta una partita dai forti toni agonistici, molto caratteriale. Loro cercheranno di attaccarci subito, dovremo essere pronti”.

Out l’ex di turno William Jidayi, infortunato come Morra, Bergamelli e Rovini. Gianluca Grassadonia non varerà un turnover massiccio per non scardinare gli equilibri che hanno dato vita alla serie positiva di quattro turni: “Cambierò il giusto, secondo quanto concordato da tempo nell’ottica delle tre partite in poco tempo – ha annunciato – mi aspetto tanto da chi scenderà in campo, questo è un gruppo sano che lavora con intensità e sono convinto che tutti faranno una buona gara”.

Di fronte Walter Novellino che adesso può sfidare per la prima volta da allenatore. “Ci siamo incontrati tante volte – ha ricordato Gianluca Grassadonia – lui vinse il campionato con la Sampdoria e io con il Cagliari. E’ un signor allenatore, uno dei migliori in assoluto, c’è soltanto da imparare da uno come lui. L’Avellino resta una squadra viva dalla forte personalità. Sa quello che deve fare e noi sappiamo ciò che ci aspetta”.