Primato e mercato: Avellino, ecco il dicembre della svolta

Primato e mercato: Avellino, ecco il dicembre della svolta

30 novembre 2018

di Claudio De Vito – Meno due all’appuntamento che promuoverà o meno l’Avellino in vetta alla classifica. La sfida con il Trastevere lontano due punti si avvicina sempre di più e inaugurerà un dicembre intenso che proporrà la caccia al primato ed un mercato che dovrà alimentarla.

Domenica sarà l’ultima partita del gruppo definito a settembre poco prima del via al campionato. Il direttore sportivo Carlo Musa sta lavorando a quattro priorità a partire dalla porta per la quale l’agognato under verrà fuori da una rosa di tre nomi. In pole ci sarebbe Damiano Galantini (’99) dell’SSF Atletico, ma il mirino del ds biancoverde si è posato anche su Matteo Guarnieri del Fasano (’00) e Mattia Palombo (’99) in forza al Cassino.

Capitolo terzino destro. Vincenzo Polito (’99) si è avvicinato sensibilmente dopo che il Gela ha iniziato a liberare i suoi calciatori per via del disimpegno della proprietà. I contatti con il figlio del direttore sportivo della Juve Stabia Ciro sono stati avviati da tempo e ora sono destinato a tramutarsi in accordi definitivi. A fargli posto sarà Andrea Nocerino che rientrerà al Taranto.

Doppia operazione in cantiere per l’attacco. Per il ruolo di prima punta piacciono Umberto Prisco (’87) del Cassino e Filippo D’Andrea (’98) anche lui dell’SFF Atletico con cui finora ha realizzato nove reti, una soltanto in meno del capocannoniere del girone G Federico Cardella. La pista relativa a Diego Albadoro resta congelata per via della distanza sull’ingaggio e delle perplessità sulla disponibilità immediata.

Come seconda punta c’è da registrare l’interesse per Mattia Gallon (’92) del Castrovillari, oltre a quello oramai noto per Ivan Squerzanti (’99) che gioca nel Taranto. L’abbinamento per quanto riguarda i due ruoli dell’attacco sarà over-under (Prisco-Squerzanti e D’Andrea-Gallon). Under invece potrebbe essere il quarto centrale che completerà il pacchetto difensivo pronto a salutare Vladimir Mikhaylovskiy. Si tratta di Adriano Esposito (’99) in prova dalla settimana scorsa. Non è da escludere anche l’arrivo di un terzino sinistro.

Intanto la squadra ha continuato ad allenarsi agli ordini di Archimede Graziani che ha chiuso le porte del Partenio-Lombardi. Alessandro De Vena è tornato in campo con i postumi dell’influenza ancora non smaltita del tutto. L’ex Casertana potrebbe partire dalla panchina lasciando spazio in avanti a Ferdinando Sforzini e Nicola Ciotola. In difesa si rivedranno Filippo Capitanio e Rocco Patrignani al rientro dai rispettivi acciacchi.