Primarie, querelle sedi: la replica di via Tagliamento al Pd Serino

8 novembre 2012

“Cogliamo con enorme dispiacere la presa di posizione del Circolo “Enrico Berlinguer” di Serino in merito alla scelta delle sedi per l’iscrizione alla anagrafe delle primarie del centrosinistra. Tale scelta non è espressione di una volontà esclusiva del Pd provinciale, ma frutto di un lavoro di confronto con le altre forze politiche firmatarie della Carta d’intenti e componenti della coalizione Italia Bene comune”. A riferirlo è una nota del coordinamento provinciale del Pd irpino.

“La dirigenza provinciale del Pd, in piena sintonia col Segretario regionale Enzo Amendola, ha condiviso le ragioni del circolo di Serino e ha provato, in tutti i modi, a farle approvare anche dalle altre forze politiche; tuttavia, queste ragioni non hanno hanno trovato condivisione e si è così giunti ad un accordo che non mortificasse le ragioni di alcuno e garantisse la più ampia partecipazione dei cittadini. Ricordiamo che queste non sono le primarie del Pd ma dell’intera coalizione, per cui ogni atto è espressione della volontà del coordinamento provinciale della coalizione e non della singola forza politica. Ci sentiamo di chiedere ai dirigenti, agli iscritti e agli elettori democratici di Serino di non gettare a mare l’impegno che dev’esserci verso le Primarie, che sono un appuntamento che segnerà il destino del Centrosinistra che stiamo costruendo per il Bene comune e, quindi, per il bene del Paese. E chiediamo ai dirigenti del circolo “Berlinguer”, di cui conosciamo bene la passione politica e la dedizione al partito, di superare quest’elemento organizzativo e di dare il loro consueto contributo di lavoro e di elaborazione di idee, partecipando e favorendo la più larga partecipazione al fondamentale appuntamento del 25 novembre”.