Primarie Pd, affluenza alta a livello nazionale. In Irpinia si punta ai 15mila votanti

Primarie Pd, affluenza alta a livello nazionale. In Irpinia si punta ai 15mila votanti

30 aprile 2017

Primarie Partito Democratico, dalle 8 alle 20 si vota  in tutta Italia per l’elezione del nuovo segretario nazionale. In lizza ci sono l’ex premier Matteo Renzi, l’attuale ministro della Giustizia Andrea Orlando e il governatore della Puglia Michele Emiliano. Per esprimere il voto basterà tracciare un unico segno su una delle liste di candidati dell’Assemblea nazionale.

In Campania i seggi aperti sono 552, di cui 138 a Napoli e provincia, mentre nelle altre province sono così divisi: 146 a Salerno, 105 ad Avellino, 94 a Caserta e 69 a Benevento. Attenzione massima nella nostra regione, il Pd Nazionale ha infatti inviato il parlamentare Ernesto Carbone come osservatore.

Alle ultime primarie nazionali dei dem in Campania, nel 2013, i votanti erano stati 193.318, di cui 192.463 voti validi. Renzi aveva ottenuto il 67,55% di preferenze, Cuperlo il 18,21% e Civati il 14,24%.

Alle 17:00 l’affluenza ai seggi in tutta Italia è risultata essere di 1,5 milioni di cittadini. Risultato positivo secondo la Commissione Nazionale, che ha voluto ringraziare gli 80mila volontari che hanno reso possibile questo grande evento.

Ancora non ufficiali i dati in Irpinia, anche se dovrebbero confermarsi con quelli nazionali. Si parte ovviamente dai 7.619 iscritti certificati dalla Commissione Provinciale nell’ultimo tesseramento: di cui 6.827 le iscrizioni cartacee, 502 quelle online e le 290 da parte dei Giovani Democratici.

Il traguardo di riferimento è quello delle ultime Primarie Nazionali del dicembre 2013. Allora ad Avellino e provincia votarono 22.127 elettori, ma lo scenario è mutato ed appare difficile replicare quei numeri. L’obiettivo reale, dunque, è arrivare intorno ai 15.000 votanti.

di Renato Spiniello.