Prima Categoria – Sirignano, Colucci replica a Bocchino

5 novembre 2013

Le parole del presidente del Felice Scandone Montella Giuseppe Bocchino non sono passate inosservate al Sirignano, che per voce del proprio patron Andrea Colucci ha inteso replicare a quanto dichiarato ieri dal numero uno del club montellese.
Di seguito è riportato il comunicato integrale diramato dal sodalizio blucerchiato.

“Le Società a.s.d Sirignano 1963 dopo aver letto in data odierna “lo sfogo” del Presidente della Scandone Montella partecipante al campionato di 1^ categoria girone “E”, non può non rispondere perché sabato 2 novembre 2013 , prima della gara, durante e dopo non si sono verificati episodi di violenza , intimidazione o “avvenimenti vergognosi”. La Società a.s.d Sirignano 1963 , rammaricata, per la segnalazione di episodi “ normali” che non hanno nulla a che vedere con le recriminazioni del Presidente Giuseppe Bocchino, deve obbligatoriamente replicare per tutelare il buon nome della a.s.d Sirignano 1963, conosciuta da tutte le squadre della Regione Campania. Il sottoscritto fa presente che quello che è capitato al “S.Andrea Apostolo” di Sirignano, non è altro quello che succede ogni domenica su tutti i campi della Campania. La guerriglia, le intimidazioni, la violenza non rientrano nei principi di chi a Sirignano da anni (sono 50) organizza il calcio. Essere rammaricati per non aver vinto una gara capita a tutti. Il Presidente Bocchino, con rammarico, forse, ha confuso la buona accoglienza con il clima intimidatorio”.