Prima Categoria – San Tommaso, Battista: “Un gruppo unico”

17 marzo 2011

Senza dubbio è la squadra rivelazione del campionato. Il San Tommaso di Giuseppe Battista si prepara in vista della gara di domenica con il Candida. L’ultima affermazione interna con il Bagnoli, ha consolidato il terzo posto. A poche giornate dal termine però tutto è possibile. Battista però smorza gli entusiasmi: “Il San Tommaso non lotta per vincere il campionato. Noi siamo partiti per ottenere una salvezza tranquilla, ma il gruppo, la società con il passare delle domeniche si è unita e ha fatto sì che il San Tommaso sia la migliore difesa, la squadre meno battuta del torneo (2 sconfitte, Lioni e Real Forino, ndr) e la squadra con la migliore media inglese. La squadra è consapevole che può dare ancora di più.”. Il rapporto che Battista ha instaurato con la dirigenza e con il parco calciatori va al di là del rettangolo di gioco: “Il presidente ci carica giorno dopo giorno, negli allenamenti e nelle partite. Per fare calcio ci vogliono determinate caratteristiche in questi campionati; personalità, carattere a partire proprio dai massimi dirigenti. Se non ci sono tali caratteristiche non funzionerà mai nulla specie in queste categorie. Nella stagione precedente, i calciatori mostravano personalità e cattiveria agonistica, i dirigenti, invece, venivano meno e si è fallito anche se avevi a disposizione una Ferrari in campo sembrava una cinquecento. Invece, con l’amalgama di società, staff tecnico e calciatori anche una cinquecento diventa una Ferrari”.