Prima Categoria – Il punto sul girone D

1 aprile 2014

Mister Spica, giustamente, fa melina affermando che mancano ancora sette partite e che sette punti di vantaggio vanno gestiti con raziocinio. Eppure dando uno sguardo al calendario del Grotta ’84 il titolo sembra vicinissimo. La vittoria per 3-0 ottenuta a Lioni ed il pareggio del Teora lanciano gli uomini dell’allenatore avellinese verso la Promozione. Il passo falso degli ufitani (uno zero a zero con pochi sussulti) è avvenuto sul campo di un Paternopoli che è riuscito ad esorcizzare con una buona prestazione il clima teso tra dirigenza ed allenatore. Infatti subito dopo la gara il presidente Cresta ha esonerato il tecnico Carullo. Il Teora di Biondi ora ha cinque punti di vantaggio sul Real Ariano che in due giornate è riuscito a scalare due posizioni. La vittoria nello scontro diretto playoff a Savignano e la sconfitta a sorpresa del Comprensorio Miscano a Scampitella(2-1 per i padroni di casa) fanno sorridere mister Pisani alla sua sesta vittoria su sei da quando siede sullo scranno della compagine del Tricolle. E’ bastata una prodezza del bomber Di Biase per avere la meglio sulla formazione guidata dal tecnico Marinaccio che ora rischia seriamente di non prendere parte agli spareggi nonostante il quinto posto. Il Siconolfi si diverte contro il Nusco, poker di Malanga nel 7-1 finale. Mister Grasso può festeggiare la salvezza del suo Ariano Manna che liquida 3-0 la pratica Frigento e sale a 32 punti. Finisce in parità il derby di Grotta tra Ama e Gravit: un punto a testa che serve a poco ad entrambe le squadre. Il Castelfranci fa il suo dovere e torna con un risultato positivo da Lacedonia. Il pareggio per 1-1, infatti, certifica i sette punti di distanza tra le due squadre, delineando la possibile griglia playout.