Prima Categoria – Grotta ’84, Spica: “Capito nostri errori”

8 novembre 2013

Agostino Spica, mister del Grotta 1984, ma che non sarà in campo per squalifica, minimizza il peso della sconfitta subit in casa per mano del Teora: “E’ stato un incidente di percorso, cose che capitano e ci stanno, tutto qui, oltretutto è venuto dalla squadra più organizzata e sicuramente più forte del torneo, sono sicuro che alla fine sarà la vincitrice del torneo. Non voglio creare alibi alla mia squadra, sarebbe facile nascondere le proprie responsabilità, ma la squadra è serena ed ha capito i suoi errori. Da questa sconfitta mi attendo una maturazione e confido di trovarla già dalle prossime partite. Poi avevamo anche delle assenze, e questo influisce. Così come hanno sicuramente messo il loro contributo le distrazioni dei ragazzi della scorsa settimana, ma non facciamo drammi.” Spende parole di stima per l’avversario di turno, il mister avellinese: “Il Nusco fa un’ottima cosa, non avendo obiettivi di classifica fa crescere i ragazzi e plasma talenti nell’intento di creare un vivaio da cui far attingere. E’ una strategia valida posta in essere da una società sana e di persone responsabili.” E sul futuro: “Novembre è un mese fondamentale per noi, le tre trasferte che ci attendono in quattro partite serviranno a valutare la caratura della squadra. Ora vediamo che succede contro il Nusco, che affronteremo con il rientro in campo di Musto e Villanova, mentre sarà assente per squalifica De Mari, espulso per doppia ammonizione domenica”. Ancora turnover per il Grotta, quindi.