Prima Cat. – Pietradefusi festeggia la salvezza, Sorbo in stand-by

8 giugno 2014

Il Pietradefusi impatta sul proprio campo, alla fine di 120’ tiratissimi, contro il Sorbo Serpico e raggiunge il traguardo della salvezza. La squadra di D’Alessandro parte bene ed ha un’occasionissima al 4’: taglio in verticale di Manganiello per Forte che effettua un lob sul portiere in uscita ma Petrillo è bravissimo a salvare sulla linea. Al 20’ il Sorbo passa in vantaggio con una punizione dal limite di Capozzo che sorprende De Sario, 0-1. Il Pietradefusi reagisce subito e trova il pari al 28’: imbucata di Santamaria per Forte che è bravissimo a trovare Zuccaro al limite dell’area piccola, l’attaccante non si fa pregare e deposita in rete. Nella ripresa pronti, via ed ospiti nuovamente in vantaggio: sugli sviluppi di una rimessa laterale in zona d’attacco Petrillo fa da boa per l’inserimento di Scannella che in diagonale sigla l’1-2. La squadra di D’Alessandro non molla e tenta il tutto per tutto. Al 30’ Manganiello si libera sulla fascia, crossa in mezzo e trova un fallo di mano di Capozzo: l’arbitro indica il dischetto del rigore. Zuccaro è freddissimo e fa 2-2. Nei supplementari la formazione di Fusco ci prova con i calci piazzati di Iovanna, il Pietradefusi si rende pericoloso in ripartenza con Ciampi e Politano ma il risultato non cambia. È festa per i pietradefusani, il Sorbo dovrà attendere le decisioni del Giudice Sportivo in settimana in virtù dell’assenza del Candida nel play-out contro l’Americo Canonico. La gioia di mister D’Alessandro:
“Soddisfattissimo di questo traguardo. Sono stati due anni positivi, con il campionato di vertice dell’anno scorso in Seconda e questa salvezza importantissima. Avevamo questo obiettivo e l’abbiamo centrato. Il merito va al presidente Manganiello che si è speso per questa squadra riuscendo ad ottenere una salvezza in Prima che a Pietradefusi mancava da molti anni, ai ragazzi che hanno messo tutto oggi sul campo ed a chi è venuto a seguirci in questo spareggio determinante. A livello personale chiudo qui la mia avventura con il Pietradefusi, mi pongo come obiettivo la possibilità di affrontare un campionato di vertice la prossima stagione con un’altra squadra. Ho avuto già qualche contatto telefonico, più avanti scioglierò i nodi. Sono strafelice per questa salvezza”.