Preziosi: “Presidenza all’opposizione? Le scelte andrebbero condivise. Senza di noi i 5 stelle non vincevano”

Preziosi: “Presidenza all’opposizione? Le scelte andrebbero condivise. Senza di noi i 5 stelle non vincevano”

3 luglio 2018

Marco Imbimbo – “Ciampi può fare quello che vuole, visto che ha vinto lui le elezioni, ma le decisioni andrebbero condivise con gli alleati”. Dino Preziosi non prende bene la decisione di Ciampi di affidare al centrosinistra la Presidenza del Consiglio Comunale. E ribadisce: “Non hanno vinto i 5 Stelle, ma un sindaco sostenuto da altre liste. Senza di noi sarebbe andata diversamente”

Il sindaco Ciampi ha di fatto consegnato la presidenza del Consiglio Comunale al centrosinistra. Lei, che era tra i papabili per il ruolo, come ha preso questa scelta?
È una sua prerogativa in quanto lui è il sindaco, ma la maggioranza è fatta di 15 consiglieri di cui 5 sono dei 5 Stelle. Penso che, prima di annunciare questa decisione, avrebbe dovuto concordarla con chi gli sta vicino o dovrebbe sostenere questa decisione. Non so Cipriano e Morano cosa ne pensino, però se si sta insieme allora bisogna condividere gli argomenti.

Quindi questa decisione di Ciampi sarebbe arrivata senza alcuna condivisione preventiva con i suoi alleati?
Non ha il dovere di informare me, ma quanto meno, in un’ottica di coalizione di maggioranza le cose si concordano. Non si può pensare che, qualsiasi decisione presa, possa presupporre che ci sia gente in Aula pronta ad alzare la mano. Non l’ho mai fatto.

Mi sembra di capire che cominci a scricchiolare il rapporto tra i 5 Stelle e la Santa Alleanza. Dalla presidenza del consiglio alla composizione della Giunta. Sta venendo meno l’unità di intenti che c’era prima del ballottaggio?
Della Giunta non mi interessa niente, Ciampi può fare quel che vuole purchè siano persone di qualità. Dopo di chè in Aula si discutono i vari problemi.

Resta il fatto che, come Santa Alleanza, avete posto un paletto sulla Giunta: tutti tecnici e di alto profilo.
Chiediamo che siano persone di qualità e non elette in nessuna lista. Mi sembra giusto che i principi, se valgono per noi, devono valere tutti. Chiaramente lui è libero di fare ciò che vuole, visto che può nominare chi vuole.

Se invece dovesse nominare anche un solo assessore tra i consiglieri eletti, come prendereste questa decisione?
Farebbe venire meno un principio che lui stesso ha detto: una Giunta di tutti tecnici, altamente qualificati. Io non discuto sulla qualità delle persone nella sua lista, ma certamente non sarebbero dei tecnici perché questi sono persone lontane dai partiti.

Stando alle dichiarazioni rese da più parti, non c’è stato finora alcun incontro formale tra 5 Stelle e la Santa Alleanza sul futuro dell’amministrazione. Un po’ strana questa cosa.
Il problema uno è: chi pensa che abbiano vinto i 5 Stelle sbaglia. Ha vinto il loro sindaco, ma grazie al supporto di liste civiche o di partito. Senza di noi il risultato sarebbe stato diverso. Ha vinto un raggruppamento di liste che voleva chiudere con un sistema e aprire un modo di gestione nuovo della città. Questa è la verità. Se avessero vinto i 5 Stelle avrebbero avuto una maggioranza in Aula, invece hanno solo 5 consiglieri.

Teme che, dietro alla consegna della Presidenza del Consiglio al centrosinistra, ci sia il tentativo di ottenere sostegno da quel lato e provare a fare a meno dei voti della Santa Alleanza o una parte di essa?
Se questa è la volontà, Ciampi dovrebbe prendere quasi tutti i consiglieri che stanno da quel lato. Lui è libero di scegliere chi vuole, quindi anche se ritiene di fare questo e dar luogo a del trasformismo, ma altra cosa è il passaggio con convinzione. Non credo, però, che i 5 Stelle accolgano qualcuno nel loro gruppo. Anzi ci potrebbero anche essere persone che entrano in qualche lista che sta appoggiando i 5 stelle, andando ad ingrandire ancora di più una coalizione o la maggioranza.

Non solo Giunta, perchè dopo arriverà un’altra. Il Consuntivo 2017 sarà un vero problema per Ciampi che già ha detto che dovrebbe approvarlo il centrosinistra. Lei non penso che lo voterà. E’ così?
Assolutamente, io non lo voto. Ho sempre contestato gli atti contabili portati in Aula dalla precedente amministrazione. Mi sembra di capire che nemmeno Cipriano lo voterà. Tra l’altro, il Consuntivo approvato dalla precedente Giunta, va modificato  per trovare le necessarie coperture. Non sarà semplice. Vedremo se Ciampi è bravo come ipotizzo, ma di sicuro io non potrò votarlo.