Prc – Congresso nazionale: Vendola verso la leadership

23 luglio 2008

Avellino – Si sono conclusi, in tutta Italia, i Congressi di circolo di Rifondazione Comunista. I 45.000 iscritti che hanno partecipato al voto hanno attribuito alla mozione 1, quella che fa riferimento a Ferrero e Grassi, il 40% dei consensi. La Mozione 2, di cui è primo firmatario Nichi Vendola, a livello nazionale raggiunge il 48%. La 3 si ferma al 7%, la 4 al 3% e la 5 a poco più dell’1%.
Gli iscritti hanno così sancito la vittoria della linea Vendola, che è di gran lunga la più votata dalla base del Partito.
E domani, a Chianciano, prenderà inizio il Congresso nazionale di Rifondazione che si concluderà domenica con l’elezione degli organismi dirigenti e del Segretario nazionale.
Dall’Irpinia saranno 5 i delegati che parteciperanno all’Assise nazionale: Gennaro Imbriano, Cinzia Spiniello e Pompilio Albanese per il Documento Vendola; Roberto De Filippis per la Mozione Grassi-Ferrero e Nicola Servodio per il Documento 3.
“Si tratta di una vittoria netta – afferma Gennaro M. Imbriano, Segretario provinciale del Prc – che assegna a Nichi Vendola e alla sua maggioranza una grande responsabilità. Al Congresso nazionale di Chianciano dovremo indicare una proposta politica unitaria per rilanciare Rifondazione e ricostruire una prospettiva per tutta la Sinistra italiana. Il nostro Congresso, il dibattito che lo ha attraversato – anche se in alcuni casi è stato oltrepassato il limite della decenza – ci dice che siamo in piedi. Vuol dire che siamo stati sconfitti alle elezioni politiche, ma che non abbiamo perso la speranza. E, dunque, ricominciamo”.