Ponte Morandi: le vittime salgono a 11. C’è anche un bambino

Ponte Morandi: le vittime salgono a 11. C’è anche un bambino

14 agosto 2018

Le operazione di soccorso vanno avanti velocemente nel tentativo di salvare il maggior numero possibile di persone. Il crollo del ponte Morandi, a Genova, ha coinvolto decine di veicoli, compresi quelli in transito sotto all’infrastuttura.

Purtroppo le prime notizie che arrivano non sono confortanti. I soccorritori hanno estratto dalle macerie 11 corpi senza vita, tra cui quello di un bambino. Altre 5 persone sono ricoverate in codice rosso. La scena a cui si sono trovati di fronte i soccorritori è dai tratti apocalittici: un intero tratto è crollato per circa cento metri, auto schiacciate sotto alle macerie, corpi senza vita, veicoli finiti nel torrente Polcevera. Il crollo, inoltre, ha coinvolto anche una parte del centro Amiu, azienda ambientale del Comune di Genova, dove si trovano uffici e capannoni. In via precauzionale sono state sgomberate alcune palazzine nei pressi del ponte.

Secondo le prime testimonianze, il crollo potrebbe essere stato causato da un fulmine che avrebbe colpito il ponte subito prima della tragedia.