Ponte di Parolise, almeno due mesi per la ripresa dei lavori

Ponte di Parolise, almeno due mesi per la ripresa dei lavori

17 novembre 2018

Ponte di Parolise, ci vorranno almeno altri due mesi per la ripresa dei lavori. Si annunciano altre proteste e disagi per i residenti dei comuni interessati in prima battuta dai lavori e per i tanti automobilisti che utilizzano quotidianamente l’Ofantina.

Dopo il confronto a Roma presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, durante il quale è emerso con chiarezza l’obbligo della preventiva autorizzazione sismica, Anas ha infatti presentato istanza al Genio Civile per ottenere il provvedimento sismico e deposito del calcolo strutturale.

Adesso bisognerà attendere i tempi tecnici dell’istruttoria sul progetto che sono di norma di 60 giorni, a meno che non ci siano richieste di integrazioni. Molto prevedibile che, per la ripresa dei lavori, si andrà ben oltre i due mesi.

“Il Genio Civile di Avellino – precisa la dirigente regionale Claudia Campobasso – ha garantito la massima priorità al progetto, al fine di contribuire a ridurre i disagi dei cittadini. È ovvio che, trattandosi di infrastruttura strategica ai fini di protezione civile, è necessario garantire non solo la celerità, ma anche la massima attenzione nella valutazione del calcolo strutturale”.