Poliziotto originario irpino in manette per corruzione e concussione

16 dicembre 2005

Vicenza – Mazzette, calcio a cinque e agenzie di pratiche: sono gli elementi alla base di un’attività d’indagine, condotta dal Questore Dario Rotondi, dal Pm Giorgio Falcone di Vicenza e dal Gip Eloisa Pesenti, che hanno portato alla luce una vera e propria organizzazione dedita al rilascio di passaporti a sudamericani, in tempi rapidi, in cambio di cospicue tangenti anche dell’ammontare di 500euro per ogni singola richiesta. Un’inchiesta che ha visto l’arresto di S. C. 47enne di Avellino ma in servizio a Vicenza: è accusato di corruzione, di tentativo di concussione e sfruttamento della prostituzione. Reati che avrebbe commesso per le sue difficoltà economiche, alimentate dalla maniacale passione per il gioco. In carcere anche un manager argentino 42enne, bloccato in un albergo di Roma, un’italo-brasiliano anch’egli di 42 anni e residente a Montecchio Maggiore, titolare di una agenzia di pratiche : a entrambi è stata contestata la corruzione del poliziotto. L’inchiesta della Squadra Mobile, guidata dal Commissario Michele Marchese, era partita da un esposto anonimo in Questura e si estesa non solo nell’ambito della stessa Polizia ma anche agli ambienti sportivi: è emerso come in Italia siano arrivati una serie di piccoli campioni del calcetto che trovavano, grazie all’interessamento dell’italo-brasiliano, degli avi italiani che consentivano loro di avere la cittadinanza italiana in poco tempo, e quindi il passaporto. Un modo per farsi tesserare, visto che le società non possono avere in rosa più di un extracomunitario. Gli Agenti hanno ‘bussato’ anche alla porta di alcune società allo scopo di recuperare gli incartamenti di alcuni giocatori. Nei guai sono finiti, per falso, anche un centrocampista di 20 anni che milita nel Tenerife – serie B di calcio spagnolo – e di un 22enne che gioca a calcetto nell’Albacete, sempre in Spagna. Sono indagati per falso, per aver girato per due mesi con un passaporto irregolare, rilasciato dal poliziotto. Non si escludono ulteriori sviluppi.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.