Polizia Penitenziaria, Beneduci (Osapp): “Il 24 maggio sit in di protesta davanti al carcere di Ariano”

Polizia Penitenziaria, Beneduci (Osapp): “Il 24 maggio sit in di protesta davanti al carcere di Ariano”

22 maggio 2018

“Giovedì 24 Maggio, in concomitanza con l’annuale del Corpo di Polizia Penitenziaria, che si terrà presso la Casa Circondariale di Ariano Irpino, l’Osapp organizzerà un sit-in di protesta fuori dall’istituto e un volantinaggio. Noi Poliziotti Penitenziari siamo orgogliosi di essere ciò che siamo, ma non accettiamo di lavorare in queste condizioni e che i cittadini continuino a pagare un sistema che da tempo non funziona come dovrebbe”.

Queste le parole di Leo Beneduci, segretario generale dell’Osapp, in merito alle problematiche che caratterizzano il comparto prima fra tutte la cronica carenza d’organico.

La festa della Polizia Penitenziaria, non è la festa dell’Amministrazione Penitenziaria e della Giustizia Minorile, ma è la festa di chi rischia l’incolumità personale e il proprio decoro a contatto con 57mila detenuti di nuovo in aumento.

Ma oggi non chiedeteci  – precisa Beneduci –   se siamo soddisfatti di come siamo trattati, perché oltre la disorganizzazione e il disagio, oltre alle offese e alle botte che riceviamo, siamo delusi anche dal poco che dovremmo avere e che non abbiamo.

Perveniamo alla nostra festa senza il personale che ci consentirebbe di prestare servizio con dignità e di rendere possibile la civile convivenza nelle carceri e più sicura la società, perché siamo 10mila Poliziotti Penitenziari in meno di quelli che servirebbero.

Perveniamo alla nostra festa senza neanche le uniformi che ci rendono riconoscibili e  – conclude – un unico Corpo di Polizia perché prestiamo servizio con uniformi rattoppate, acquistiamo a nostre spese calzature e camicie e mandiamo in tintoria tute di servizio scolorite”.