Politiche, è corsa a tre per il collegio uninominale Avellino

Politiche, è corsa a tre per il collegio uninominale Avellino

29 gennaio 2018

La campagna elettorale è ufficialmente iniziata con la definizione delle candidature da parte degli schieramenti in campo. Se l’elezione nei collegi proporzionali sarà decisa dalle percentuali che i partiti prenderanno a livello nazionale (Camera) e regionale (Senato), particolare interesse suscita la lotta nei collegi, con gli esponenti uninominali delle coalizioni che se la giocheranno sul filo del voto.

Nel Collegio Avellino i candidati saranno Angelo D’Agostino per la coalizione di centrosinistra, Pietro Foglia per la coalizione di centrodestra, Michele Gubitosa per il Movimento Cinquestelle, Anna Maria Pascale per Liberi e Uguali e Tony Della Pia per Potere al Popolo.

Stando ai sondaggi, saranno i primi tre a giocarsi l’unico posto utile per Montecitorio.

Angelo D’Agostino, classe ’61, imprenditore edile di Montefalcione, è stato deputato per Scelta Civica nell’ultimo quinquennio di Governo di Centrosinistra. Ha votato tutti i provvedimenti dei Governi Letta, Renzi e Gentiloni. Nell’ultimo anno si è avvicinato al Partito Democratico provinciale. Già nel 2011 è stato  candidato a sindaco nel suo paese natìo, sconfitto da Maria Antonietta Belli. Si candida con Insieme, lista a sostegno del Partito Democratico.

Pietro Foglia, nato a Baiano nel ’58, ingegnere meccanico, ex presidente Asi ed ex presidente del consiglio regionale. Fino al 2013 era ritenuto un fedelissimo di Ciriaco De Mita. Poi la rottura ed il passaggio dall’Udc al Nuovo Centrodestra di Alfano. Dopo la mancata elezione alle Regionali 2015, aderisce a Forza Italia nel Settembre dello scorso anno. Sarà il candidato all’uninominale nella coalizione che comprende FI, Fdi, Lega e i centristi di Noi con l’Italia.

Michele Gubitosa, 38enne fondatore del gruppo informatico Hs, è il candidato nel collegio del capoluogo per il Movimento Cinquestelle. E’ la prima volta che l’imprenditore irpino si affaccia alla scena politica. Mai tesserato con nessun partito, mai candidato in nessuna tornata elettorale (nemmeno in una elezione comunale), è il volto della società civile ricercato dal M5S per concretizzare la propria idea di rinnovamento. E’ stato anche presidente onorario dell’Avellino Calcio.

Meno chance secondo le previsioni di voto per l’avvocato Annamaria Pascale, in corsa per Liberi e Uguali, e Tony Della Pia, segretario provinciale di Rifondazione Comunista e candidato uninominale di Potere al Popolo.