Politiche, Nappi (MiR) nel Vallo di Diano

8 febbraio 2013

“Nel Vallo di Diano gli industriali chiedono alla Regione Campania la verifica delle procedure ambientali per dare il via libera e consentire le trivellazioni degli idrocarburi come in Val d’Agri nella vicina Basilicata.” Questa la richiesta formulata dal presidente degli industriali del Vallo di Diano, Valentino Di Brizzi, a nome dei componenti dell’associazione, al consigliere regionale del gruppo Caldoro, Sergio Nappi, capolista alla Camera del Mir di Samori’.

Le popolazioni delle comunità della Basilicata percepiscono benefici in termini di ristori economici e occupazionali, questo potrebbe avvenire anche per le comunità’ del Vallo di Diano, atteso che non ci sono possibilità economiche diverse per la crescita e lo sviluppo del territorio. L’impegno di Nappi è stato quello di farsi carico in Regione di verificare la fattibilità delle richieste avanzate dalla rappresentanza degli imprenditori, i quali hanno tenuto a sottolineare che in Basilicata è stato possibile estrarre idrocarburi dal terreno anche per il parere favorevole del Partito democratico che governa la regione. Già nella mattinata di domani il consigliere regionale trasferirà la questione direttamente al delegato alle attività produttive della regione Campania, Fulvio Martusciello, al quale chiederà di tenere un sopralluogo nei territori del Vallo di Diano.

Nella tappa ad Atena Lucana, Nappi ha avuto un colloquio con il capogruppo consiliare dell’opposizione Francesco Bellomo, al quale il candidato alla Camera del Mir ha assicurato il massimo sostegno durante la prossima competizione elettorale delle amministrative. Bellomo, che alle comunali di maggio sarà in campo a capo della civica Atena Libera, ha chiesto a Nappi di farsi carico e di intermediarie presso la regione e poi successivamente alla Camera, le problematiche del Vallo di Diano.

Nel pomeriggio, il capolista del Mir ha incontrato, inoltre, il presidente del consorzio ‘Sapori Salernitani’, Carlo Lonaro. Il produttore dei derivati del latte ha chiesto al consigliere Nappi di intermediarie presso la delegata all’agricoltura del presidente Caldoro, Daniela Nugnes, le istanze della filiera lattiero-casearia. Un confronto con la delegata della regione campania all’agricoltura che si rende necessaria anche per comprendere le nuove programmazione dei fondi Psr e le possibili ricadute sul territorio della fascia meridionale della provincia di Salerno.