Politiche, D’Ercole spinge il centrodestra a candidare Morano: “Sbagliato maltrattare la città”

Politiche, D’Ercole spinge il centrodestra a candidare Morano: “Sbagliato maltrattare la città”

19 gennaio 2018

Renato Spiniello – Primavera Irpinia fa quadrato intorno alla candidatura di Sabino Morano, fondatore dell’associazione, alle prossime politiche del 4 marzo.  “La città di Avellino è destinata a recitare un ruolo importante in questa lunga tornata elettorale – spiega il referente Giovanni D’Ercole – è l’unico comune capoluogo della Campania che andrà poi alle amministrative, dunque rappresenta anche un test importante. Proprio per questo vogliamo spingere i partiti del centrodestra ad una profonda riflessione sugli strascichi che la prima tornata elettorale potrà lasciare sulla seconda”.

A preoccupare particolarmente il presidente di Viva Avellino l’assenza di candidati di Avellino città nei collegi irpini per la Camera: “Maltrattare la città sarebbe un errore grave che potrebbe ripercuotersi anche sulla prossima campagna elettorale in vista delle amministrative, elezioni per cui abbiamo un obbligo morale nei confronti dei cittadini dopo anni di mala gestione da parte del centrosinistra. Pertanto richiamiamo il tavolo del centrodestra all’attenzione affinché possa esprimere una candidatura interna che possa rappresentare la città”.

Il nome, ovviamente, è quello di Sabino Morano, scelta avallata anche da Paolo Ferraro (Fi): “Un’eventuale vittoria del centrodestra con rappresentati irpini darebbe credibilità all’operato del nostro movimento, che ha come merito quello di porre un ragionamento corale all’interno dei moderati, anticipando perfino l’attuale coalizione voluta da Berlusconi”.

Il dibattito sul toto candidature è uscito fuori durante la conferenza stampa organizzata da Primavera Irpinia per presentare la Tavola Rotonda in programma questa domenica all’Hotel Civita di Atripalda sul tema “Medici di Medicina Generale e Specialisti per una migliore Sanità e Sussidiarietà Assistenziale sul Territorio” e alla quale parteciperanno svariati professionisti del settore. Presente, infatti, al Caffé Madai anche il responsabile sanità dell’associazione Errico Venezia.

L’iniziativa vuole offrire supporto alla proposta di Carmine Bruno, coordinatore provinciale della onlus Angsa, nata per tutelare i diritti delle famiglie dei bambini affetti da autismo. “La nostra proposta – spiega Bruno – è di offrire una cura adeguata per i bambini autistici, che ormai sono presenti in ogni aula di ogni istituto scolastico, offrendo assistenza domiciliare come fa l’Asl di Benevento, al contrario di quella di Avellino che – per ora – fa solo promesse “.

Battaglia, quest’ultima, che sposa anche lo stesso Morano: “Se l’Asl del capoluogo non dovesse dare risposte in tempi brevi organizzeremo un’altra conferenza stampa sul tema. Noi non rappresentiamo la politica degli slogan, ma quella della proposta e del confronto”.