Politiche, arriva la scheda antifrode: non sarà più inserita nell’urna

Politiche, arriva la scheda antifrode: non sarà più inserita nell’urna

28 febbraio 2018

Il 4 marzo, oltre ad andare a votare per la prima volta con la legge elettorale “Rosatellum”, che prevede un sistema per 2/3 proporzionale e per 1/3 maggioritario, ci sarà un’altra novità sulle schede elettorali: ovvero il “tagliando antifrode”, un’appendice cartacea dotata di un codice.

Lo scopo, come detto dal deputato cofirmatario dell’emendamento Sergio Boccadutri, è quello di contrastare il voto di scambio.

La novità porterà un cambiamento nelle abitudini degli elettori: non si potrà più inserire la scheda nell’urna, ma andrà consegnata prima al presidente di seggio che, una volta rimosso il tagliando, imbucherà la scheda stessa.