“Pochi contagi ad Avellino ma ci siamo salvati da soli e grazie a De Luca”. Cipriano, bordate al sindaco

“Pochi contagi ad Avellino ma ci siamo salvati da soli e grazie a De Luca”. Cipriano, bordate al sindaco

6 maggio 2020

Alpi – Molto duro, tra gli altri, l’intervento di Luca Cipiano nel corso del consiglio comunale via skype. “E’ quanto mai necessaria un’operazione verità su quello che è accaduto, andando al di là del clima buonista di questa sera. Non possiamo non partire dai dati. In Irpinia ci sono stati 472 contagiati, lo 0,1%; 31 ad Avellino. Per fortuna numeri bassi e favorevoli. Ci sono due protagonisti in tutto ciò. Dobbiamo ringraziare innanzitutto gli avellinesi, ci siamo salvati da soli soffrendo per 60 e più giorni. Ci siamo autoregolamentati. Il secondo merito è del Governatore della Regione Campania il quale ha consentito con le sue ordinanze che il virus rallentasse. In giro abbiamo visto tanti personaggi fotocopia di De Luca, ma non con la stessa efficacia”.

“Pochissime le ordinanze del sindaco – prosegue Cipriano -. I parcheggi ora si pagano di nuovo, ad esempio. Qual è la ratio? Ma ci sono, soprattutto, ordinanze non fatte. Perché non si è organizzato un servizio di consegna a domicilio di farmaci? Perché non si è obbligato l’uso di mascherine e guanti? Sanificazione delle strade puntuale? Tre sono state quelle di Irpiniambiente, le altre sono state pagate da Confindustria. Si è scelto il modello dell’uomo solo al comando, siamo stati tutti derubati di democrazia in questo consiglio comunale che oggi, dopo ben 72 giorni, si è riunito. Conte, che governa un Paese, va tutte le settimane in Parlamento. Inoltre, basta con questo buonismo che fa venire il diabete. Siamo qui soltanto perché il Prefetto vi ha duramente criticato e censurato”.

“Abbiamo assistito, da parte del sindaco, a scene da villaggio turistico, noi siamo stati spettatori non protagonisti. Se ripristiamo serenità, se la smettiamo con la propaganda, l’opposizione è disposta a collaborare. Occorre un’operazione decoro, la gente continua a buttare guanti e mascherine per strada, bisogna mettere cestini appositi. Poi, il piano commercio, sono d’accordo con l’amministrazione, ma bisogna partire subito con l’esenzione delle tasse di marzo, aprile, maggio e per i prossimi mesi Questi provvedimenti vengano votati in consiglio comunale, siamo pronti anche la settimana prossima a varare il maxipiano per il commercio”.