Pizza e Luongo stilano il patto “con” i giovani: “Cinque punti per farli innamorare della città”

Pizza e Luongo stilano il patto “con” i giovani: “Cinque punti per farli innamorare della città”

18 maggio 2018

Renato Spiniello – Un patto “con” i giovani e non “per” i giovani. Ieri, in un gremitissimo MySiddartha (circa 250 persone), noto locale della movida avellinese, alla presenza dell’onorevole Angelo D’Agostino, del candidato sindaco dello schieramento di centrosinistra Nello Pizza e del candidato alla carica di consigliere comunale in quota “Insieme Protagonisti” e Presidente uscente del Forum Giovani Stefano Luongo, è stato siglato il patto con i ragazzi basato su cinque punti programmatici per dare vita a una città a loro misura.

Giovani e istituzioni, giovani e aggregazione, giovani e cultura, giovani e inclusione e giovani del domani: queste la macroaree individuate.

“Il nostro obiettivo è rendere in cinque anni Avellino una città vivibile per ragazzi – ha spiegato nel suo intervento Stefano Luongo – per far ciò occorre avvicinarli alla vita pubblica attraverso proposte che vanno dalla reistituzione del Forum a un modello di partecipazione dal basso sulla progettazione dei fondi comunitari e regionali; mettere in rete strutture come Dogana, Casina del Principe e Parco Santo Spirito ridando loro un’identità e creando opportunità trasversali che generino sana aggregazione; poi occorre investire su una scelta strategia, come può essere la Cittadella della Musica, progetto partorito proprio dal Forum, creando un brand che provincializzi Avellino e che produca anche indotti economici; importante anche includere le categorie più a rischio ed emarginate della società, rendendoli cittadini a tutti gli effetti, per far ciò occorrerà creare cooperative per i servizi sociali e per la cura del decoro urbano, guardando a una visione europea della città; infine proponiamo di recuperare almeno in parte il progetto Pica e quindi trasformare convento di San Generoso nella Casa dello Studente, attirando giovani da fuori città e dandogli opportunità di formazione e lavoro e intensificando anche i collegamenti con i vicini Campus Universitari.

Abbiamo un’idea di città – ha continuato il Presidente dell’organismo giovanile – basata sul lavoro già svolto dal Forum e chiediamo soltanto di poterla proseguire in Consiglio Comunale. Questo progetto può essere realtà in meno di cinque anni, perché la Dogana ha già avuto un finanziamento di 4 milioni di euro per renderla un centro di servizi giovanile, Parco Santo Spirito ha ottenuto 40mila euro che saranno in dotazione della prossima amministrazione, mentre Casina del Principe sarà un centro polifunzionale grazie al bando Benessere Giovani. Il cuore storico della città è pronto a trasformarsi in opportunità economiche, formative, lavorative e anche di divertimento con la Cittadella della Musica”.

“Il mio impegno non solo vi riguarderà da vicino, ma vi coinvolgerà pienamente. La mia speranza è che siate voi i primi a rinnamorarvi di Avellino – ha spiegato rivolgendosi ai tanti giovani presenti l’avvocato Nello Pizza – E’ un onore essere qui e vedere tanti ragazzi appassionati, impegnati e desiderosi di esserlo sempre di più, per contribuire a creare le opportunità che oggi Avellino non riesce a offrire loro e, di conseguenza, il loro futuro e quello della città in cui vivono”.

“La mia candidatura non è calata dall’alto – ha chiosato Luongo – ma è frutto di un percorso lungo cinque anni. Mi candido in rappresentanza di un gruppo che vede me come riferimento, nessuno dei ragazzi vicini alle attività del Forum ha accettato altre offerte elettorali. Credo che Nello Pizza possa essere il miglior sindaco per la nostra città, se ho accettato la candidatura è solo dopo che fosse uscito il suo nome e che lo avessi conosciuto. Spero che le nuove generazioni possano trovare opportunità grazie al nostro impegno e alla sua guida”.