Piscina comunale: dopo l’interdittiva si va verso la chiusura

Piscina comunale: dopo l’interdittiva si va verso la chiusura

13 giugno 2018

Piscina comunale a rischio chiusura. L’interdittiva antimafia ha raggiunto, come noto, anche la Polisportiva Avellino, perché legata alla Polisportiva Sant’Antimo e quindi al gruppo Cesaro. Il Comune dovrà ora attenersi alla procedura e assumere una decisone destinata a tagliare i ponti con l’attuale gestione. E’ questo l’obiettivo al quale si sta lavorando a piazza del Popolo per trovare la soluzione migliore sia per l’ente che per gli avellinesi.

La chiusura della struttura di via De Gasperi resta in ogni caso l’ipotesi più probabile. Un’operazione che avrebbe non poco costi per l’amministrazione di piazza del Popolo: oltre a doversi accollare i 2.5 milioni di euro relativi al mutuo contratto dalla Polisportiva Sant’Antimo con il Credito Sportivo, dovrà infatti pagare un indennizzo pari al 10 per cento del valore del centro sportivo alla società che ne aveva realizzato il project financing. Una decisione definitiva è attesa per i prossimi giorni.