Pignataro (Anespp): “La polizia non basta, più telecamere nei condomini”

Pignataro (Anespp): “La polizia non basta, più telecamere nei condomini”

14 novembre 2018

Installazione di telecamere nei condomini e nelle abitazioni isolate per consentire maggiore sicurezza e limitare i furti in appartamento. Il consiglio arriva dal presidente provinciale della Anespp (Associazione Nazionale Esperti Sicurezza Pubblica e Privata) Salvatore Pignataro, specialista in Criminologia investigative e intelligence forense.

“Periodicamente in città e in provincia avvengono furti nelle abitazioni e nei condomini in pieno centro cittadino. Gli ultimi casi si sono verificati ieri e nella tarda mattinata di oggi: in due appartamenti di Piazzatta Enrico Cocchia sono stati trafugati gioielli e soldi. Tale situazione che purtroppo avvolge periodicamente la provincia e la città di Avellino richiede, non solo maggiore attenzione da parte dei cittadini, ma soprattutto l’utilizzo di apparecchiature tecnologiche come antifurti e videocamere che oggi risultano molto accessibili ed efficaci”.

“Gli attuali  sistemi di videosorveglianza con videocamere IP e gli antifurti muniti di sensori sono senza dubbio tra le soluzioni più affidabili, e farle coesistere non può che accentuare ulteriormente la sicurezza dell’immobile. Non bisogna peraltro dimenticare che grazie ai moderni sistemi domotici, i quali consentono di gestire più dispositivi tecnologici domestici in modo centralizzato direttamente dal proprio smartphone, monitorare la sicurezza della propria abitazione è davvero molto semplice, anche laddove ci si trovi fuori casa”.

“C’è da rivolgere l’appello inoltre agli amministratori di condominio ed ai condomini affinchè possano adottare ed incentivare l’installazione di videocamere di sorveglianza soprattutto nelle abitazioni isolate e nei palazzi dove durante la giornata vi è la presenza di anziani spesso indifesi da fenomeni delinquenziali. Nonostante lo sforzo delle Forze dell’Ordine nelle attivitàpreventive e repressive, sarebbe opportuno, soprattutto nelle aree condominiali installare telecamere per tracciare le entrate e le uscite dei palazzi molto spesso presi di mira da rapinatori sia nelle ore notturne che diurne.”