Pietro Foglia torna in campo: “Resto coerente con la mia storia, sarò riferimento dei moderati europeisti”

Pietro Foglia torna in campo: “Resto coerente con la mia storia, sarò riferimento dei moderati europeisti”

7 marzo 2017

Presidente Foglia, dopo 3 anni e mezzo il Nuovo Centrodestra si scioglierà. L’annuncio lo ha dato il leader Angelino Alfano. Che cosa accadrà dopo?

“In realtà Alfano ha presentato la proposta nella Direzione di giovedì scorso, Direzione di cui  faccio parte. Il 18, in Assemblea, decideremo insieme cosa fare. La linea tracciata è quella di un contenitore più ampio: dovrebbero entrare una parte dell’area che fa riferimento a Casini, una parte di Scelta Civica, moderati come Tosi. Ci saranno vari gruppi che in Parlamento non hanno un Partito e che dovrebbero costituire questo contenitore dei moderati in Italia.”

Quali valori avrà?

“Ricalchiamo i valori del Partito Popolare europeo. Sarà l’Assemblea a confrontarsi e poi si deciderà la linea politica, anche se evidentemente è già tracciata.”

Di sicuro il futuro non è un’alleanza con la Lega Nord…

“Anche se c’è stato un approccio da parte di Berlusconi la presenza di Salvini è incompatibile con i nostri programmi. Noi siamo europeisti convinti, Salvini vuole l’Italia fuori dall’Euro. Le visioni sono completamente diverse”.

Com’è il rapporto con Renzi?

“Il rapporto con Renzi è di collaborazione. Si immagina che si possa continuare su questa strada.”

Che radicamento avrà questo nuovo contenitore moderato in Irpinia?

“Bisogna vedere la proposta politica: se aggrega ancora e se riuscirà a convincere chi ci ha creduto. Teniamo presente che molti che hanno immaginato una Forza Popolare erano con Scelta Civica ed ora si trovano disparati, senza un punto di riferimento. Altri non sono entusiasti degli accadimenti degli ultimi giorni. Bisogna essere bravi ad intercettare questi segnali e dare una casa politica a chi in questo momento non la possiede. Gli scenari sono modificati, pensi che l’Udc sta flirtando con Berlusconi. Bisognerebbe fare la raccolta della rassegna stampa degli ultimi vent’anni per vedere quali erano i giudizi su Berlusconi che oggi rappresenta l’ancora di salvezza. Sembra un po’ la stessa vicenda avvenuta con De Luca, mi meraviglio che dietrofront del genere avvengano anche a livello nazionale, nell’altro senso.”

La prossima legge elettorale potrebbe influire?

“Certo che sì. Al momento sono in atto posizionamenti per assicurarsi il posto al sole. Le idee passano in secondo piano. Le storie vengono buttate nel cestino per garantirsi una poltrona.”

“Pietro Foglia avrà un ruolo guida all’interno di questo nuovo soggetto politico?

“Vediamo come si comporrà, penso di poter recitare un ruolo importante quantomeno per la coerenza dimostrata.”