Pietrelcina, tentò di rubare in un bar: assolto perché incapace di intendere e volere

Pietrelcina, tentò di rubare in un bar: assolto perché incapace di intendere e volere

10 gennaio 2019

Angelo P., il ventinovenne che nel 2017 era finito agli arresti domiciliari per tentato furto in un bar di Pietrelcina, è stato assolto.

Il giovane dopo la perizia psichiatrica è stato dichiarato incapace di intendere e di volere e per tale ragione, non può rispondere del reato a lui imputato. La sentenza di assoluzione è stata pronunciata dal giudice Anita Polito.

Angelo era stato fermato dai carabinieri alla contrada Fontanelle di Pietrelcina, mentre stava forzando l’ingresso di un bar. I militari gli trovarono addosso uno zaino con dentro martelli, un grosso levachiodi e una torcia elettrica. Oggetti poi sequestrati.