Picariello: “Malapolitica e degrado, ma in città va tutto bene…”

Picariello: “Malapolitica e degrado, ma in città va tutto bene…”

23 marzo 2019

“Venderemo tutti i beni del nostro patrimonio, lo stadio Partenio Lombardi, il palazzetto dello sport ed altro. Sì ma non preoccupatevi: in città tutto va bene. Il commercio in città è in coma, le imposte al massimo, l’inquinamento alle stelle, la cultura in agonia, il degrado avanza, le incompiute restano incompiute, il senso della politica scomparso. Si ma non preoccupatevi: in città tutto va bene”.

Ferdinando Picariello, ex vicesindaco di Avellino, affida al profilo Facebook un suo amaro commento sulla situazione politico-amministrativa in città. “Abbiamo manifestato contro le mafie ed abbiamo scoperto che tra la gente c’era anche qualcuno che con la mafia in questa città “ci campa”. Si perché in questa città la mafia c’è. Sì ma non preoccupatevi: in città tutto va bene”.

“Il debito procurato dalla mala politica per qualcuno è già svanito nel nulla, per altri svanirà a breve. Ricordate però che la magia non è arte, ma solo illusione. Il dissesto fa paura? Sì, lo racconta in modo egregio anche l’amico professor Paolo Ricci in un bellissimo articolo pubblicato sul Corriere del Mezzogiorno del 21 marzo. Il dissesto non è un mostro cattivo, il predissesto invece potrebbe diventarlo”.

“Potrebbe consegnare alle future generazioni un quadro peggiore di quello che è davanti a tutti, ma che molti hanno paura di vedere. Si ma non preoccupatevi: in città tutto va bene. E poi c’è l’acqua ancora da vendere, c’è un territorio da devastare con altro cemento al posto del verde. Si può ancora fare peggio? Sì, si può morire dentro. Quando un cittadino non ha più speranze, non ha più la forza di gridare, reagire, muore il pensiero e con esso l’uomo e la politica, quella nobile, non quella che qualcuno pensa di aver fatto negli ultimi anni. Si ma non preoccupatevi: in città tutto va bene”.