Piano Lavoro Campania, ci siamo: De Luca annuncia le date del bando

Piano Lavoro Campania, ci siamo: De Luca annuncia le date del bando

1 giugno 2019

Si avvicina il maxi-concorso bandito dalla Regione Campania, con 10mila assunzioni previste nelle diverse amministrazioni locali della regione. Ieri, venerdì 31 maggio, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca ha annunciato le date del bando.

“Il Ministero della Funzione Pubblica – spiega De Luca – ci comunica che questo benedetto bando sarà pubblicato tra il 13 e il 20 giugno. Finalmente cominciamo ad avere scadenze. Quindi se il Ministero pubblica il bando, i giovani (senza limiti di età) sapranno finalmente dove e come si svolgerà questo corso concorso”.

I contratti previsti saranno a tempo indeterminato, ma si inizierà con un tirocinio di 10 mesi (pagato 1000 euro netti al mese) a partire dal marzo 2020. Saranno ammesse ai tirocini 20mila persone, la metà delle quali – dopo una ulteriore prova selettiva – termineranno al finire dei 10 mesi la loro esperienza.

IL BANDO Inizialmente per il bando era previsto fosse pubblicato in questi giorni, ma – come spiegato dal presidente della Regione Vincenzo De Luca – alcuni rallentamenti hanno posticipato di diverse settimane la procedura. L’appuntamento sulla gazzetta ufficiale dovrebbe a questo punto essere slittato a fine giugno.

Dovrebbero essere 273 enti regionali che hanno aderito: si tratta di 263 Comuni, 5 Comunità montane e 2 Corti d’Appello. Alcuni posti dovrebbero essere riservati alla Provincia di Benevento, al Consorzio Asi di Salerno e all’Agenzia Regionale per il Turismo.

I PROFILI Interessante il fatto che, tra i vari profili professionali ricercati, alcuni siano anche per persone che hanno conseguito soltanto il diploma, e che non dovrebbero esserci né un limite d’età per partecipare né il concorso dovrebbe essere riservato ai soli residenti nel territorio regionale. Istruttori contabili; Ragionieri economi; Specialisti contabili; Esperti nella gestione delle entrate; Istruttori amministrativi; Specialisti amministrativi; Avvocati; Esperti di digitalizzazione dei processi amministrativi; Istruttore tecnico (geometri, periti agrari, periti chimici, perito elettronico, perito industriale); Istruttore tecnico dello sportello unico; Specialisti tecnici; Specialisti in urbanistica (architetti e ingegneri); Specialisti in materia ambientale e difesa del suolo; Energy manager; Esperti in gare e appalti; Esperti in lavori pubblici; Istruttore culturale; Aiuto bibliotecario; Animatore culturale; Gestione di impianti sportivi, musei e pinacoteche; Istruttore di vigilanza (agenti di polizia municipale); Istruttore informatico (analista, programmatore, esperto nella gestione dei siti istituzionale); Specialista in ICT; Specialista in informazione e comunicazione; Istruttore socio-assistenziale; Educatore d’infanzia; Docenti di scuole materne; Educatori nell’area dell’handicap; Assistenti sociali.