Pdl: “Soddisfatti per indizione primarie, dare voce alla gente”

9 novembre 2012

Si è riunito ad Avellino il coordinamento provinciale del Popolo della Libertà, convocato dal coordinatore Cosimo Sibilia. Nel corso della riunione si è discusso del riordino delle province e delle strategie da adottare per evitare lo “scippo” del capoluogo. I presenti hanno criticato il provvedimento di riforma delle province, evidenziando le conseguenze negative che derivano dall’iniziativa governativa. Il coordinamento provinciale ha condiviso l’azione che sta portando avanti il coordinatore Sibilia a difesa del territorio ed ha espresso parole di apprezzamento per le manifestazioni dei gruppi spontanei nati in città ed in provincia per contestare il provvedimento del governo, con l’auspicio che possibili tentativi di strumentalizzazione politica, e non solo, vengano bloccati sul nascere. Le iniziative dei comitati spontanei, per il coordinamento provinciale, contribuiscono in maniera importante all’azione di tutela del territorio che si porterà avanti ai vari livelli istituzionali. Non sono mancate da alcuni esponenti del coordinamento critiche all’atteggiamento assunto dalla Regione Campania – per la parte di propria competenza – che, a loro dire, non ha offerto soluzioni praticabili al governo centrale. Altre critiche alla Regione Campania anche per ciò che concerne le decisioni adottate per la provincia di Avellino, con particolare riferimento al taglio degli ospedali, al trasporto su gomma e su ferro. Di qui la richiesta di uno scatto d’orgoglio del Pdl irpino per fare pressione sul Consiglio e sulla Giunta regionale. Nel corso della riunione è stata trattata anche l’ipotesi di elezioni primarie per il Pdl ed il centrodestra. In merito, si attendono indicazioni dai vertici regionali e nazionali del partito per organizzare sul territorio la consultazione per la scelta dei candidati, salutata con favore da parte dei dirigenti provinciali del Popolo della Libertà. Un ragionamento che ha portato anche ad affrontare l’argomento relativo alle elezioni comunali della primavera 2013 per i centri interessati dalla tornata, a cominciare dalla città di Avellino. Il Pdl ha ribadito la volontà di rafforzare la presenza in tutte le realtà irpine sia per le figure apicali sia nei consigli. Sullo sfondo la necessità di recuperare protagonismo nel dibattito politico a tutti i livelli, promuovendo la partecipazione della gente.