PdL – Cosentino: “Dobbiamo strappare l’egemonia al centrosinistra”

19 aprile 2009

“È davvero singolare che, mentre in Campania si sono create tutte le condizioni per strappare all’egemonia del centrosinistra enti strategici come la Provincia di Napoli e di Salerno, il Comune e la Provincia di Avellino, voci dissonanti si levino proprio dalle fila del centrodestra”. Lo afferma il coordinatore regionale del Popolo della Libertà, Nicola Cosentino, che aggiunge: “La strategia che tutte le forze realmente interessate al cambiamento dovrebbero mettere in campo, in questo particolare momento storico e politico, è quella che privilegia le assonanze alle discordanze; le priorità ai falsi problemi”.
“Stringere, dunque, alleanze con chi, come l’Udc, oggi condivide con noi questo progetto – incalza il parlamentare – non può e non deve apparire sacrilego agli occhi di chi vorrebbe anteporre inutili e antistorici pregiudizi a una visione moderna della politica. Coinvolgere il popolo dei moderati in questo progetto di governo alternativo a Bassolino e, più in generale, al centrosinistra, appare coerente e ben motivato. Essendo la principale delle priorità quella di mandare a casa i responsabili del disastro ambientale e delle mille altre incongruenze e avversità che hanno caratterizzato gli ultimi quindici anni di storia della Campania”. “È su questo terreno, e non su quello delle provocazioni ordite con puntuale e sospetta tempistica, che chiediamo di riflettere, anche agli amici della Destra. Convinti come siamo, – conclude Cosentino – che solo un fronte comune di tutte le forze che si richiamano ai principi di libertà, di cui è portatore il centrodestra, riuscirà a ridare ai cittadini della Campania dignità e speranza, che decenni di emergenze, degrado e sottosviluppo avevano loro sottratto”.