Pd, si riunisce l’ufficio politico. La Paris avvisa: “Così non va, ricucire le lacerazioni”

Pd, si riunisce l’ufficio politico. La Paris avvisa: “Così non va, ricucire le lacerazioni”

9 febbraio 2016

Si è tenuto l’incontro tra il sindaco di Avellino Paolo Foti, i consiglieri comunali dem e l’ufficio politico di via Tagliamento. All’ordine del giorno del summit (già programmato per la scorsa settimana) il punto sull’attività amministrativa e le lacerazioni in seno ai banchi della maggioranza.

Anche nell’ultimo incontro presso la sede del Pd non sono mancati i colpi di scena e la perdurante assenza di Gianluca Festa e del suo gruppo.

Nel suo intervento Foti ha sottolineato l’importanza del passaggio amministrativo: “Dopo una fase di difficoltà, durante la quale abbiamo dovuto risolvere diversi problemi burocratici e strutturali, adesso possiamo impegnarci sulla programmazione degli interventi strategici per il rilancio del capoluogo e lo sviluppo del territorio. Va, quindi, recuperata a pieno la motivazione ideale che ci ha indotto a candidarci. Mi aspetto perciò che ognuno si assuma fino in fondo la propria responsabilità. I cittadini e gli elettori non comprenderebbero il protrarsi di una situazione di instabilità. Da parte mia, sono pronto ad una più stretta collaborazione tra esecutivo e maggioranza”.

Non sono mancate parole di critica da parte di Valentina Paris, deputato Pd e responsabile Enti locali del Nazareno: “Faccio fatica a comprendere esattamente cosa non va, ma a giugno rischiamo di festeggiare 3 anni di inconcludenza amministrativa. Se la giunta rivendica autonomia operativa, anche i consiglieri comunali legittimamente difendono la propria libertà di critica. Così, però, non si può andare avanti. C’è evidentemente un problema di metodo. Spetta, però, al sindaco ricucire le lacerazioni presenti nel gruppo”.