Pd Paternopoli: “Noi siamo all’opposizione del sindaco Forgione”

11 giugno 2014

Andrea Forgione , dirigente provinciale e segretario Pd Paternopoli Avv. Annarita Colantuono, vice segretario Pd Paternopoli, Ing. Prof. Antonio Petruzzo , tesoriere circolo Pd Paternopoli replicano al comitato per Civati. “Noi, i democratici paternesi del circolo Angelo Vassallo, avvertiamo la necessita’ di chiarire per l’ennesima volta che a Paternopoli il partito democratico e’ forza di opposizione al sindaco Giuseppe Forgione ed alla sua maggioranza consiliare. In questa posizione ci hanno messo 819 cittadini paternesi alle ultime elezioni amministrative, che hanno visto la nostra lista soccombere per soli 83 voti. Fedeli e leali ai nostri elettori il PD sara’ e fara’ l’opposizione all’attuale maggioranza consiliare di centrodestra , essendo composta da rappresentanti di Forza Italia, UDC, e NCD. Nessuna invasione di campo, entrata a gamba tesa o ordine ci fara’ cambiare idea. Solo i nostri elettori , alle prossime elezioni amministrative possono , dandoci il loro consenso, cambiare la nostra posizione politica. Con il 43 per cento dei consensi il Pd di Paternopoli e’ il primo partito , e siamo diventati cosi forti proprio perche’ non tradiamo mai gli elettori. Non sara’ certo l’insignificante e maleducato, politicamente parlando , segretario del pd di Serino a cambiare la linea politica del partito a Paternopoli. Ma non sara’ neanche l’intervento del presidente del consiglio Matteo Renzi a far cambiare idea ai democratici paternesi, seppur renziani della prima ora. Per cui gli interventi ad orologeria del sedicente comitato irpino per Civati , che vorrebbe il PD diventare il dietro cucina della maggioranza di centro destra di Paternopoli, solo perche’ nella maggioranza berlusconiana e’ stato eletto un amico del segretario Pd di Serino, sono del tutto inutili. Otterranno solo di spingere il circolo Pd di Paternopoli a segnalare la cosa all’Onorevole Pippo Civati , per capire se questo sedicente comitato irpino lo rappresenta pienamente . Noi, i democratici di Paternopoli, pur avendone titolo , in quanto fra le nostre fila milita un delegato provinciale eletto con le primarie all’assemblea dei cento, mai ci siamo permessi di interferire nelle faccende del circolo Pd di Serino. Perche’ noi siamo corretti e crediamo nell’autonomia politica dei circolo. Chi si tessera al circolo Pd di Paternopoli deve sapere che la linea politica e’ quella di opposizione alla maggioranza consiliare di centrodestra. Chi amministra con Forza Italia e l’UDC non puo’ avere la tessera del Pd . Noi la vediamo cosi ed agiamo in completa simbiosi con i nostri elettori”.