Pd – Parte l’iter di costituzione degli organi del partito

17 maggio 2008

Avrà inizio lunedì e si concluderà il 28 giugno l’iter che porterà al primo congresso del Pd. Il processo di radicamento del partito sul territorio provinciale si realizza attraverso la costituzione celebrazione di assemblee comunali e dell’assemblea provinciale. Per quanto riguarda le assemblee comunali, in ogni centro dovrà costituirsi un solo circolo e le assemblee per la sua formazione si terranno il 21 e il 22 giugno.
L’assemlea per l’elezione del segretario provinciale si terrà invece il 28 giugno e successivamente si procederà alla nomina del direttivo.
Alle assemblee comunali possono partecipare, versando la quota di 3 euro, tutti coloro che hanno votato alle Primarie e che hanno riconfermato la volontà di partecipare al processo costituente del Pd; tutti coloro che alla data del voto abbiano compiuto i 16 anni.
Sia la conferma di coloro che hanno votato alle primarie che la dichiarazione dei nuovi aderenti dovranno giungere al Coordinamento provinciale non oltre le ore 18.00 del 10 giugno. Successivamente il Coordinamento provvederà a rendere pubblici gli elenchi degli aventi diritto al voto.
Nel corso delle assemblee comunali, il 22 giugno, con votazione separata, verranno eletti anche i segretari dell’assemblea provinciale. L’elezione dei delegati avviene per collegi provinciali e attraverso liste ognuna delle quali dovrà contenere un numero di candidati superiore al numero dei componenti da eleggere e non inferiore ai due terzi.
Le liste dovranno essere composte alternando candidati di sesso diverso. Le liste devono essere corredate dalla sottoscrizione di almeno il 10 per cento degli aventi diritto al voto nel rispettivo collegio provinciale. Le liste dovranno essere presentate, a pena di nullità, presso l’ufficio elettorale provinciale entro le ore 18.00 del 19 giugno e dovranno contenere l’eventuale dichiarazione di collegamento con liste di candidati presentate in altri collegi della provincia.
L’elezione avviene per voto segreto. Ogni elettore può esprimere fino a due preferenze nel rispetto della parità di genere. L’espressione di voto che dovesse contenere due preferenze del medesimo genere è valida solo come voto di lista ed è nulla per le preferenze.
L’assemblea provinciale è composta dai delegati eletti in base ai collegi provinciali e dai delegati eletti nelle primarie alle assemblee regionale e nazionale.
La prima riunione dell’assemblea provinciale è convocata per sabato 28 giugno.
Il segretario provinciale è eletto con voto segreto, a maggioranza assoluta dei votanti, dai componenti dell’assemblea provinciale nella sua prima seduta. L’assemblea procede all’elezione della direzione secondo le modalità e il numero dei componenti stabiliti in assemblea. (di Oderica Lusi)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.