Patto sviluppo: rinviata l’approvazione in Consiglio provinciale

26 novembre 2010

Avellino – Rinviata l’approvazione in Consiglio provinciale del Patto per il lavoro e lo sviluppo. Gli esponenti politici di maggioranza ed opposizione infatti hanno scelto di rimandare la votazione del documento di progettazione, condiviso dall’intero comparto produttivo irpino insieme ai sindacati ed a Confindustria. Attorno al documento, in occasione del passaggio a Palazzo Caracciolo si era creata grande attesa. Ma la discussione in Consiglio provinciale ha fatto registrare numerose divisioni tra gli esponenti della maggioranza e dell’opposizione. Molte le critiche mosse al documento dagli esponenti della minoranza. Aspre quelle rivolte al documento, presentato dall’assessore Giuseppe Solimine, da parte del vicepresidente del Consiglio provinciale, Nando Romano: “Non basta un documento condiviso e firmato, occorre che la Provincia si faccia capo di guidare il processo di crescita individuando pochi punti su cui scommettere – ha evidenziato”. Critiche al Patto sono giunte anche da parte di Giuseppe Moricola ed Amalio Santoro. I due esponenti del Centrosinistra Alternativo hanno infatti evidenziato la carenza di discussione e di confronto in relazione al documento, definendolo complessivamente datato e incompleto. In considerazione del disaccordo che si è venuto a creare principalmente in relazione agli indirizzi contenuti nel progetto, il Consiglio provinciale, anche in linea con il parere del capogruppo dell’opposizione, Alberta de Simone, ha allora deciso di non metterlo ai voti ed intraprendere prima una discussione interna. Il patto per il lavoro e lo sviluppo, insieme al rapporto sull’economia irpina, presentato ieri dal vice presidente provinciale Vincenzo Sirignano, sarà pertanto al centro di una nuova discussione in Provincia alla quale parteciperanno i capigruppo di maggioranza ed opposizione oltre agli esponenti sindacali ed alle associazioni di categoria, per trovare insieme i punti comuni su cui impostare il lavoro. Una volta raggiunta un’unanimità di vedute il patto per lo sviluppo sarà nuovamente in Consiglio provinciale per essere votato ed approvato.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.