Patto per Mercogliano – Parola alla candidata Sonia Mannese

19 marzo 2010

Mercogliano – “Il futuro del nostro quartiere per i prossimi cinque anni dipenderà da chi amministrerà Mercogliano. Se al Comune salirà il “Patto”, Torrette avrà l’attenzione che merita”. Sonia Mannese, candidata tra le fila del “Patto del Mercogliano”, analizza la situazione a una settimana dal voto, e lancia una sorta d’appello ai suoi concittadini, rivolgendosi soprattutto ai residenti di via Nazionale.

“E’ da un po’ di tempo – continua la candidata – che discutendo con i cittadini casa per casa, dei problemi del nostro quartiere, registro un generale malessere e apprendo di questioni che, seppur sollevate, non hanno ancora avuto risposte concrete. Con noi, invece, le cose saranno diverse. Il nostro obiettivo sarà quello di corrispondere alle esigenze della gente. Nessun piano faraonico, solo cose concrete. Interventi semplici per migliorare la quotidianità. Io, come il resto del mio gruppo, non ho interessi patrimoniali da difendere, vivo a Torrette da oltre 20 anni e qui ho deciso di continuare ad abitare. Dunque, ho tutta l’intenzione di lavorare per il bene di Torrette. Per questo voglio invitare tutti i mercoglianesi a riflettere un’ultima volta su chi votare per consentire al “Patto” di amministrare la città. La mia lista ha posto al centro del suo programma elettorale proprio Torrette e le sue problematiche…”.

In rassegna gli obiettivi della compagine: “Vogliamo che anche Torrette abbia una piazza che sia luogo d’incontro e aggregazione. Che i centri sociali e le strutture sportive siano accessibili a tutti e vengano date in gestione diretta ad associazioni del quartiere. Vogliamo decentrare alcuni uffici comunali per permettere a chi non può raggiungere il Municipio di chiedere e ottenere atti e certificati. Ma, soprattutto, vogliamo mettere in sicurezza via Nazionale, potenziando l’illuminazione pubblica e installando dei semafori per l’attraversamento pedonale, diventata ormai una missione impossibile per gli anziani, oltre ad evitare la trasformazione del quartiere in una zona industriale con ulteriore smog e traffico. Una eventualità che con il pip previsto dall’amministrazione uscente sarà una certezza…”.

Infine due rassicurazioni: “Se toccherà a noi decidere – conclude la Mannese – riporteremo a Torrette una sezione distaccata della scuola media, la cui chiusura tanti disagi ha causato alle famiglie; e faremo in modo che l’apertura delle nuove attività commerciali non porti lavoro solo ai più “fortunati””.