Paternopoli – Parco fluviale Fredane e Calore: presto una realtà

17 maggio 2008

Paternopoli – Finalmente il 25 maggio a Taurasi vedrà la luce il Parco fluviale dei fiumi Fredane e Calore. Il progetto nacque a Paternopoli da un’idea di Andrea Forgione, delegato regionale del PD e responsabile storiografico del Parco fluviale dei fiumi Fredane e Calore. Da questa idea nacque una prima bozza che si arricchì del contributo tecnico dell’ingegnere Antonio Petruzzo e dell’architetto Alevidio Zoena, rispettivamente responsabile biotecnologie e responsabile recupero edilizia rurale e mulini ad acqua del Parco fluviale dei fiumi Fredane e Calore. L’idea alla base del progetto era quella di promuovere e valorizzare i territori che sono bagnati dalle acque dei fiumi Fredane e Calore e che di fatto costituiscono un bacino idrografico ricco di risorse ambientali, culturali, storiche, architettoniche ed enogastronomiche. Un territorio complesso ed articolato come quello del Comune di Taurasi e dei comuni limitrofi che da sempre mantiene una sua unitarietà insieme alle diverse vocazioni che comunque sono presenti al suo interno. L’idea ha fatto emergere ed ha intercettato una latente esigenza di unità territoriale per affrontare i rischi di aggressione e contemporaneamente promuovere un territorio ricco di risorse come strumento di sviluppo economico e di progresso sociale. In tal modo l’azione degli ideatori è riuscita ad aggregare intorno ad un’idea tutte le comunità interessate al progetto Parco. Il progetto è stato presentato pubblicamente a Paternopoli, nella sala consiliare di Villamaina, a Sant’Angelo dei Lombardi e in altri paesi della Media valle del Calore. Verificata poi la fattibilità del progetto, è stato individuato un coordinatore del progetto nella persona dell’architetto Giuseppe Iorio. Questa idea di Parco trova il suo compimento nella presentazione ufficiale del progetto che avrà luogo il 25 maggio nel Castello di Taurasi alla presenza di tutti i sindaci del territorio interessato e dei rappresentanti istituzionali della Regione Campania nei più alti livelli.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.