Paternopoli – Occupano terreno per canile abusivo: denunciati

13 febbraio 2010

I Carabinieri di Paternopoli hanno proceduto al controllo di un canile risultato gestito abusivamente. All’interno di alcuni box metallici, padre e figlio avevano realizzato un vero e proprio canile dove custodivano circa una ventina di cani da caccia, per la ricerca di tartufi e meticci.
Una decina di cani, ancora, sono risultati sprovvisti del necessario microchip, motivo per cui sono state elevate le conseguenti sanzioni amministrative.
I successivi controlli hanno permesso di accertare che i due improvvisati allevatori avevano realizzato il loro canile costruendo le strutture abusive in un terreno agricolo di proprietà altrui e senza chiedere il consenso del proprietario. Per questo motivo sono stati denunciati in stato di libertà per “invasione di terreni”.
Sul posto, inoltre, è intervenuto personale dell’Ufficio Tecnico del Comune che, accertata l’assenza di autorizzazioni, ha emesso un’ordinanza di demolizione delle opere realizzate abusivamente. I Carabinieri, inoltre, hanno richiesto l’intervento del personale veterinario dell’Asl che ha accertato il buono stato di salute degli animali e ha imposto le relative sanzioni ai due allevatori di cani.
Le attività di indagine ora continuano in collaborazione con i Magistrati della Procura della Repubblica di Avellino, coordinati dal Procuratore Capo Dott. Mario Aristide Romano.