Paternopoli – L’Udc chiude la porta al Pd di Forgione

27 novembre 2010

L’Udc di Paternopoli chiude definitivamente la porta al Partito Democratico. L’accordo è stato sancito con i vertici provinciali in un incontro tra una delegazione locale, guidata dal Segretario Giuseppe Tecce e formata da Mario Sandoli, Paride Gallo, Vincenzo D’Amato, assessore Giovanni Fiorentino, assessore Luigi Barbieri ed il Sindaco Duilio Raffaele Barbieri, e i responsabili provinciali del partito, Enza Ambrosone, Maurizio Petracca e Angelo D’Amelio. “Prima di parlare di uomini, infatti, abbiamo ben pensato di tracciare una “linea guida” al nostro avanzare verso l’appuntamento elettorale della primavera 2011. Avvertivamo che c’era bisogno di chiarezza su chi dovevano essere i nostri compagni di viaggio. Avevamo solo la necessità di una condivisione a livello provinciale sul nostro agire politico. Dopo un confronto, franco e leale, è risultata condivisa unanimemente, quella che sarà la linea politica del partito a Paternopoli per i prossimi appuntamenti elettorali: mai con questo Pd della gestione ad personam Forgione” si legge nel comunicato. “La chiarezza della nostra linea politica ci apre e ci obbliga ad avere contatti con tutti gli altri e con quanti si riconosceranno nella nostra azione politica. Come è giusto che sia, ripartiremo dal Sindaco uscente Duilio Raffaele Barbieri e dagli Amministratori UDC, ma non ci trincereremo dietro a dogmi. La politica, si sa, è dinamica. I processi che essa snoda sul territorio a volte vanno oltre gli uomini e la determinazione con la quale è giusto difendere una posizione, una sia pur legittima aspirazione è cosa altrettanto consentita. Per questo e per tanto, noi, sicuramente ci batteremo. Mireremo alla formazione di una lista, certamente civica, dato il contesto locale, ma la “nobileteremo” con la novità che saranno i partiti e solo questi i veri protagonisti della civica. Riaffermeremo, così, anche per questa strada, il primato della politica. A noi non interessa “l’ammucchiata” o il probabile nuovo “salvatore della patria”. Da buoni popolari siamo ostinatamente contrari agli uomini della “provvidenza”. Iniziamo dunque, con passione ed entusiasmo, questo viaggio che ci porterà, per il momento alle amministrative d’aprile 2011, con lealtà e disponibilità verso i tanti che vorranno condividere con noi l’impegno a lavorare per il futuro di Paternopoli”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.