Patenti facili e bolli falsi, indagini in Alta Irpinia

Patenti facili e bolli falsi, indagini in Alta Irpinia

12 agosto 2019

di Andrea Fantucchio

Patenti facili agli stranieri e bolli falsi, agenzie di pratiche nel mirino. Anche in Irpinia. Un’inchiesta che ha portato a quindici arresti in tutta Italia, lo scorso aprile. Gli accertamenti non sono terminati. E ora si incrociano con la provincia di Avellino. E in particolar modo l’Alta Irpinia, fra Montella e Lioni.

Secondo gli inquirenti, il prezzo delle patenti è di 2mila euro. L’associazione – per l’accusa – agiva grazie a impiegati compiacenti esperti in questo tipo di pratiche. Durante il primo filone di indagine era stato scoperto un giro di marche da bollo false. E un dipendente della Motorizzazione Civile di Roma era stato arrestato per peculato.

L’inchiesta poggia su una vasta mole di intercettazioni che hanno permesso agli inquirenti di avere un quadro, piuttosto dettagliato, di come agiva la presunta associazione. E da alcune delle dichiarazioni raccolte avrebbero preso spunto gli accertamenti in provincia di Avellino. Due, per ora, le persone finite nell’indagine che potrebbe allargarsi ancora. Attenzione puntata anche sulle marche da bollo fasulle.