Pasquetta in Irpinia: consigli last minute per una giornata fuori porta

Pasquetta in Irpinia: consigli last minute per una giornata fuori porta

22 aprile 2019

Renato Spiniello – Per chi è ancora indeciso su cosa fare in questo giorno di Pasquetta in Irpinia (tempo permettendo) abbiamo deciso di consigliare qualche scampagnata o gita fuori porta per poter godere delle bellezze naturali, paesaggistiche e archeologiche della nostra terra.

Il tempo dovrebbe essere stabile almeno fino al tardo pomeriggio, ciò consente di trascorrere qualche ora all’aperto tra bellezze naturali, storiche e artistiche d’Irpinia.

Partiamo, ovviamente, dal Terminio: meta must per gli amanti del picnic. Da Serino a Verteglia potete trovare tantissime aree attrezzate che rappresentano l’ideale per una giornata in pieno svago all’insegna di casatielli, pizze piene, pizze con l’erba e pastiere. Basta non lasciare plastica e sporcizia in giro a fine giornata.

In alternativa la nostra terra offre come valide opzioni anche le due Oasi di Senerchia e Conza e il Laceno. La prima è caratterizzata particolarmente dalla cascata mozzafiato di circa 30 metri d’altezza raggiungibile seguendo il tracciato che si snoda lungo il torrente Acquabianca, l’Oasi Naturalistica di Conza è gestita invece dal Wwf, mentre il Laceno è una zona che andrebbe un po’ riqualificata.

Altra meta che consigliamo è Rocca San Felice e l’intera Valle d’Ansanto, qui si produce il celebre Carmasciano, eccellenza casearia del territorio, ma è anche il luogo dove sorge la Mefite, il fenomeno che fa ribollire l’acqua per l’effetto dei gas che emergono dal sottosuolo.

Per una Pasquetta tra sacro e profano invece il luogo ideale è Montevergine e il Santuario di Mamma Schiavona, ma restando in tema si può puntare anche su Sant’Angelo dei Lombardi e sull’Abbazia del Goleto, il complesso religioso avviato da San Guglielmo da Vercelli nel XII secolo e portato a termine nel XVIII secolo.

Infine per gli appassionati di arte e archeologia, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, ha organizzato aperture straordinarie di musei e aree archeologiche. Mete obbligate in Irpinia sono il Parco Archeologico Aeclanum, a Mirabella Eclano, il Parco Archeologico Abellinum, ad Atripalda, e l’area Archeologica dei monumenti funerari e l’Anfiteatro romano di Avella.