“Partiamo dagli ultimi, contrade, giovani e cultura”, Franza apre la campagna elettorale del centrosinistra

“Partiamo dagli ultimi, contrade, giovani e cultura”, Franza apre la campagna elettorale del centrosinistra

6 maggio 2019

Luci spente in sala, silenzio di attesa, una voce narrante presenta “i volti di chi ci ha messo la faccia”: le donne e gli uomini del centrosinistra arianese che sostengono la candidatura a sindaco di Enrico Franza.

A moderare l’apertura ufficiale della campagna elettorale del centrosinistra, l’ex consigliere Giovanni La Vita (Leu). Nell’auditorium comunale gremito di gente hanno preso parola i capilista Roberto Cardinale per Ariano Futura – lista civica legata al partito socialista – e Carmine Grasso per il Partito Democratico mentre per l’area progressista Floriana Mastandrea insieme ai protagonisti del centrosinistra regionale, Umberto Del Basso De Caro (Pd) e Vincenzo Maraio (Psi). Assente il segretario del Pd regionale Leo Annunziata che ha inviato un messaggio vocale nel quale dichiara: “Il Pd campano è con Enrico Franza”.

“Una politica fatta di sangue e terra: il sangue che scorre nelle vene degli arianesi e la terra di Ariano, a cui ognuno deve sentirsi legato da un rapporto nuovo” afferma il candidato sindaco che in apertura del suo discorso ricorda alcuni degli uomini simbolo della sinistra storica del Tricolle: Mario Ortu, Fernando Greco e Mario Albanese.

L’aspirante fascia tricolore ha illustrato le linee guida del programma elettorale nel nome di una coalizione unita che sembra un faro per il centrosinistra irpino. “Partiamo dagli ultimi, dalle contrade, dagli alloggi popolari, dalla riqualificazione dei servizi sociali, dagli sportelli di ascolto, orientamento e formazione per i giovani” dice Franza.

“Non lasciare indietro nessuno – ribadisce – sarà la vera vittoria del centrosinistra, e ciò significa occuparsi della comunità, non dei singoli individui sulla base di logiche clientelari, ristabilendo la fiducia nel dialogo”.

Nel suo intervento il candidato sindaco chiarisce poi che la coalizione di centrosinistra “non si presterà a logiche di comune gestione del potere e non è disponibile ad alcun giro di valzer”.

Emozionato, Franza ha concluso la manifestazione chiamando sul palco tutti i trentadue aspiranti consiglieri.